ACQUISTI

Salgono a oltre 6.300 le stazioni DKV in Italia

21 novembre 2016

L’azienda tedesca incrementa il proprio network con 450 nuove stazioni convenzionate in Italia. Nuovo anche il servizio di consultazione in tempo reale dei prezzi del carburante in Francia (come già in Germania). Entro la fine dell’anno anche in Italia

Crescono i punti in cui i clienti DKV Euro Service possono utilizzare la propria Dkv Card. Con l’ingresso nel network di 450 nuove stazioni convenzionate, salgono infatti a 6.324 il totale di le stazioni di rifornimento in Italia. DKV ha, infatti, rafforzato il rapporto di cooperazione con Totalerg, Esso, IP, ENI, Q8 e Tamoil estendendo così la copertura della rete delle stazioni di rifornimento, sempre più capillare. 

In Europa il network DKV conta oltre 44.500 stazioni e 60.000 punti di accettazione (stazioni di rifornimento, di servizio, per il pagamento dei pedaggi, officine di riparazioni).
Inoltre, da oggi il servizio informativo DKV sui prezzi del carburante è attivo non solo in Germania ma anche in Francia. Informazioni a cui è possibile accedere anche attraverso l’applicazione DKV Maps. Per disporre di queste informazioni anche in Italia occorrerà attendere ancora un poco; dovrebbero diventare disponibili già entro la fine dell’anno (come anche in Portogallo e Spagna).
«Da troppo tempo la trasparenza nel mercato dei carburanti era un fenomeno solo tedesco - spiega Alessandro Gerini, responsabile Marketing di DKV Euro Service Italia - Oggi molti altri paesi europei stanno chiedendo alle compagnie petrolifere più trasparenza sui prezzi, per rendere disponibili pubblicamente queste informazioni. Staremo a vedere se questa trasparenza nel mercato influenzerà le abitudini di rifornimento dei consumatori o se inciderà sull’andamento dei prezzi nell’arco della giornata Osserveremo attentamente i trend di mercato e informeremo di conseguenza i nostri clienti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home