LOGISTICA

Interporto Padova: i soci pubblici ricapitalizzano per 5,5 milioni per potenziare l'area logistica

5 dicembre 2016

Via libera all’aumento di capitale di Interporto Padova. Così alla società presieduta da Sergio Giordani arrivano 5,5 milioni di euro che costituiscono una parte iniziale dell’investimento necessario per attrezzare lo spazio di movimentazione delle merci con quattro gru elettriche a portale che, a partire dal settembre 2017, porteranno un raddoppio della capacità operativa del terminal in termini di movimentazione. Il resto dell’intervento di rilancio, comprensivo anche di lavori edili, dell’automazione del piazzale, dell’apertura di nuovi varchi, dell’allungamento dei binari da 700 a 750 metri, porteranno l'investimento complessivo a 18 milioni di euro.

I 5,5 milioni della ricapitalizzazione, intanto, arrivano praticamente da casse pubbliche: la Camera di commercio, infatti, ha messo sul piatto 4 milioni di euro, il Comune 500 mila e la Provincia quasi 950mila, mentre Banco Popolare ha stanziato circa 145mila euro. In questo modo la Camera di commercio sale dal 28,5 al 31,5%, mentre il Comune scende da 19,4 al 18,7% e la Provincia conferma sostanzialmente la stessa partecipazione (da 15,7 a 15,8%). Quote che potrebbero cambiare se entro il termine del 2016 gli altri 36 piccoli azionisti che partecipano al capitale lasciano scoperta la loro opzione di capitalizzare, offrendo così alle parti pubbliche, e in particolare alla Camera di Commercio, la possibilità di acquisire una fetta ancora maggiore di un’infrastruttura giudicata strategica per il tessuto produttivo di quest’area del Veneto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home