FINANZA E MERCATO

Aspettando il Transpotec. Le prime anticipazioni dai costruttori, gli eventi Federservice

7 dicembre 2016

L’offerta espositiva del prossimo Transpotec, che aprirà le porte a Veronafiere dal 22 al 25 febbraio 2017, si preannuncia ricca e altamente rappresentativa di un mercato che negli ultimi anni si mostra sempre più attento all’innovazione: tra i costruttori di veicoli pesanti, DAF (con il nuovo sistema Connect), Iveco (tra cui i nuovi Stralis NP e XP), MAN (con gamme rinnovate MY2017, l’EfficientLine 3 e il nuovo motore da 640 cv) e Scania (con la Next Generation di veicoli, nelle serie R e S, Truck of the Year 2017) hanno già confermato la loro presenza e altre case sono in fase di ufficializzazione.

Per quanto riguarda la presenza dei veicoli commerciali leggeri le presenze certe sono quelle di Fiat Professional (con i nuovi Talento, Fullback e il rinnovato Fiorino), Iveco, che si presenta con l’intera gamma, e Volksvagen (il nuovo Crafter verrà presentato in anteprima italiana).

Costruttori che stanno preparando le prove pratiche e i test drive che si svolgeranno – novità – direttamente sul circuito cittadino, in modo da testare i veicoli sul campo e da valutarne concretamente ergonomia e performance.

Non mancheranno anche gli allestimenti, le furgonature , rimorchi e semirimorchi, con una vasta gamma di proposte per il trasporto a temperatura controllata e l’offerta di servizi aftermarket per i singoli veicoli e le flotte.

«Siamo davvero soddisfatti dei risultati che questa edizione di Transpotec sta registrando, un segnale chiaro che il lavoro di questi anni sta portando i suoi frutti – ha dichiarato Giuseppe Garri, Exhibition Manager della manifestazione – Il nostro progetto è stato chiaro sin dall’inizio: lavorare fianco a fianco con le aziende, condividere obiettivi e strumenti, ma soprattutto fare della fiera un momento concreto di affari in grado di generare nuovi contatti, nuove idee di sviluppo, nuova consapevolezza sul mercato e le possibili direzioni future. Per questo abbiamo scelto di investire ulteriormente nel progetto di internazionalizzazione a supporto dei nostri espositori, che quest’anno potranno entrare in contatto con circa un centinaio di top buyer internazionali, provenienti da 20 Paesi tra Europa, Europa dell’Est e bacino Mediterraneo, che stiamo selezionando per provenienza, interesse e capacità di spesa».

Transpotec sarà l’occasione per fare il punto sul mercato e le sue prospettive, incontrare nuovi clienti e dare valore alle opportunità e alle sinergie possibili in un settore fortemente cambiato, guardando con consapevolezza a nuove prospettive di competitività.

Transpotec sarà come di consueto anche un contenitore di eventi formativi, di aggiornamento per la crescita professionale, incontri e iniziative di ampio respiro, organizzate con editori e associazioni di settore. Tra questi segnaliamo due eventi realizzati da Federservice:

Corresponsabilità aziendale e obblighi formativi sul tachigrafo. Domande e risposte
giovedì 23 febbraio - ore 12:30 - Workshop Lounge (pad. 10 - stand E 3.1)
venerdì 24 febbraio - ore 14:30 - Stand Uomini e Trasporti (pad. 9 - stand C 17.11)
Esiste una normativa comunitaria sui tempi di guida e di riposo. Un’altra che obbliga le aziende a formare adeguatamente i propri autisti su tali disposizioni. Un’altra ancora che fissa limiti rispetto all’orario di lavoro. E poi esistono le norme di recepimento di questo “monte” legislativo.
La più recente stabilisce proprio durata e programmi dei corsi sul tachigrafo.
Ma chi è responsabile quando si violano tali disposizioni? Quando scatta e quando si spezza la corresponsabilità aziendale? Con quali strumenti ci si può mettere al riparo?
Dare una risposta a queste domande può aiutare a capire e a evitare eventuali sanzioni. 

La cura aggregativa per i mali dell’autotrasporto. L’esperienza Federtrasporti
venerdì 24 febbraio - ore 10:00 - sala Donizetti (pad. 7)
L’autotrasporto sta male. E la sua malattia ha un decorso lungo, che attraversa decenni, ma conosce purulenze nuove dopo l’epidemia della crisi economica.
Curare questo ammalato cronico può diventare complicato, perché bisogna fronteggiare infezioni come la frammentazione, l’arretratezza tecnologica, la difficoltà a fare sistema, l’ipercompetizione, l’insufficiente patrimonializzazione, l’incapacità di fare acquisti collettivi, la scarsa forza contrattuale.
Eppure un farmaco utile esiste ed è stato testato a lungo: è quello che consiglia la forza scaturire dall'unione. Una cura che Federtrasporti sperimenta da 45 anni. Senza particolari effetti collaterali.

L’obiettivo degli organizzatori e delle aziende partecipanti a Transpotec è quello di proporre ai visitatori una ricca scelta di “esperienze”, che lo porteranno a scoprire buone pratiche, a conoscere le novità più interessanti sia nel campo delle tecnologie sia delle normative, a trovare nuovi partner e fornitori, ma anche in grado di intrattenerli con nuovi format, iniziative ludiche e spazi dedicati ai truck decorati.

A rendere ancora più utile e ricca di contenuto la visita a Transpotec, sarà, infine, la contemporaneità con Sa.Mo.Ter., Salone Internazionale delle Macchine Movimento Terra da cantiere e per l’edilizia.

INFO UTILI
QUANDO: dal 22 al 25 febbraio 2017 - 9.30-18.00
DOVE: Veronafiere, padiglioni 7 (condiviso con Sa.Mo.Ter)-9-10-11-12; aree esterne per esposizione e per test drive AE11 - AE12 - E – F – C e D (condivise con Sa.Mo.Ter)
INGRESSI: San Zeno, Re Teodorico, Cangrande
BIGLIETTERIA: ingresso a pagamento riservato agli operatori. La prevendita dei biglietti è attiva sul sito www.transpotec.com e consente di acquistare online con un risparmio del 50%. I biglietti di Transpotec danno diritto a visitare anche Sa.Mo.Ter e Asphaltica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home