LEGGI E POLITICA

Rottamazione multe stradali e bolli auto non pagati

12 dicembre 2016

Entra nella Legge di Bilancio anche il condono Equitalia sugli interessi di mora, sanzioni e aggio di riscossione, che interessa soltanto quei contribuenti che decidano volontariamente di pagare le cartelle a rate (per un massimo di tre anni) e solo per gli importi evasi inferiori ai 100.000 euro. In queste somme rientrano anche le sanzioni dovute per infrazioni del codice della strada, per le quali non si pagheranno appunto gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge. Resta qualche dubbio invece se può rientrare nella misura anche il mancato pagamento del bollo auto. L’interpretazione prevalente, sostenuta anche dalla Corte Costituzionale (avendo sancito in più occasioni la natura erariale di tale tassa), farebbe propendere per l’allargamento.

Il pagamento delle somme dovrà avvenire, a scelta del debitore, in un massimo di cinque rate, scadenti a luglio, settembre e novembre 2017, nonché a aprile e settembre 2018. In ogni caso, almeno il 70% dovrà essere versato entra la fine del 2017.

La sanatoria decade se si ritarda di un solo giorno il pagamento della rata. Difatti, con il nuovo decreto fiscale, l'Agente della riscossione che sostituisce Equitalia (ossia Agenzia delle Entrate-Riscossione) avrà più poteri di indagine nella ricerca dei beni da pignorare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home