ACQUISTI

Pick to Light, per la logistica al tempo dell’e-commerce

12 gennaio 2017

Una applicazioni innovativa di K.F.I. per efficientare la Supply Chain delle vendite on line

Sono in costante crescita le aziende che decidono di attivare un canale e-commerce per allargare i confini del proprio business e che necessitano di conseguenza di soluzioni per efficientare le proprie attività logistiche. Inviare un prodotto sbagliato oppure con tempi di attesa prolungati può procurare una disaffezione del cliente web portandolo a rivolgersi ad altre piattaforme di acquisto. Un rischio assolutamente da evitare.

Per aiutare le aziende che operano nell’e-commerce a gestire al meglio la supply chain, K.F.I. - implementazione di soluzioni integrate per la tracciabilità e la gestione di tutte le fasi della Supply Chain - ha sviluppato Pick to Light, una soluzione applicativa wireless basata su tecnologia light-directed che è «in grado di soddisfare i bisogni specifici di questo settore – come dichiara Guido Madella, business development Manager di K.F.I. – La soluzione che offriamo oggi è il risultato di una lunga esplorazione di tecnologie differenti che ci ha portato ad adottare la più innovativa, efficiente ed accurata attualmente disponibile sul mercato».

Pick to Light è una soluzione particolarmente efficace, basata sull’impiego della luce per guidare l’operatore nel prelievo della merce nelle corsie dei magazzini con un allestimento mobile in modalità wireless.

Le applicazioni Light sono utilizzabili in sinergia con la tecnologia Voice per implementare soluzioni integrate su misura per specifiche esigenze. Con la soluzione wireless Voice To Light l’operatore, che lavora a mani libere, riceve in cuffia sia la destinazione di prelievo sia le indicazioni sui pezzi da prelevare. Se il picking effettuato è corretto la luce posizionata sul carrello si accende. Nel caso invece di applicazioni senza l’uso della tecnologia Voice, l’operatore riceve le missioni di picking attraverso un tablet industriale posizionato sul carrello e dotato di lettore di codice a barre integrato. Raggiunta l’ubicazione di prelievo, l’operatore legge il barcode del prodotto semplicemente avvicinandolo al tablet; un segnale sonoro e luminoso evidenzia se il picking è corretto.

La soluzione Pick to light si rivela utile anche nella gestione dei resi quando i prodotti restituiti dal cliente vengono riposizionati nelle aree di riferimento del magazzino con l’aiuto di un segnale luminoso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home