UFFICIO TRAFFICO

Telepass Eu si espande in Austria

3 febbraio 2017

Dal 1 febbraio il nuovo dispositivo Telepass EU interoperabile, dedicato ai mezzi pesanti superiori alle 3,5 tonnellate, è compatibile con il sistema di pedaggio autostradale austriaco (servizio GO) gestito dalla società Asfinag.

Grazie al Telepass Eu – l’unico dispositivo interoperabile già attivo in Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Belgio (Tunnel Liefkenschoek) e Polonia lungo la tratta della A4, Katowize-Cracovia – Telepass consolida il proprio posizionamento nell’autotrasporto internazionale acquisendo una quota rilevante del mercato europeo dell’interoperabilità assicurando ai suoi partner un elevato standard di servizio nell’intermediazione del pagamento elettronico del pedaggio.   

«Telepass sta continuando ad ampliare il servizio di interoperabilità a tutte le reti autostradali europee – ha dichiarato Gabriele Benedetto, AD di Telepass – L’estensione del servizio in Austria ne è la prova e rappresenta un passo fondamentale nel mercato del telepedaggio in Europa».

Telepass, sostenuta dalla certificazione della Società come EETS (European Electronic Toll Service Provider), è fortemente impegnata in una strategia di sviluppo internazionale con lo scopo di offrire nuovi servizi di pagamento in tutta Europa. «Offrire ai nostri clienti un’esperienza di viaggio sempre più confortevole e senza confini è la nostra sfida. In quest’ottica prevediamo di lanciare nel 2018 – aggiunge l’AD – il servizio europeo di Telepedaggio con l’inclusione di ulteriori servizi Viapass (Belgio), LKW Maut (Germania) e ViaToll (Polonia) estendendo così l’attuale copertura di oltre 64.000 km di strade ed autostrade europee. Inoltre – conclude – per rendere più sicuro e comodo il viaggio degli autotrasportatori, sono in arrivo nuovi e importanti servizi a valore aggiunto che consentono il controllo dei mezzi attraverso un sistema di geolocalizzazione real time, la gestione della flotta con l’anticipo del calcolo dei costi (di pedaggio, carburante, ecc.) e la scelta del percorso più adatto e conveniente per lo spostamento in tutta Europa». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home