LEGGI E POLITICA

Trasporti eccezionali: il sottosegretario Vicari alla ricerca di una soluzione

6 febbraio 2017

I trasporti eccezionali sono al collasso. Dopo l’incidente dello scorso ottobre causato dal crollo di un viadotto nei pressi di Lecco lungo la Statale 36 al transito di un camion carico di bobine di acciaio, le autorizzazioni si sono bloccate e gli enti si sono prodotti in quella danza abusata in Italia che segue il ritmo dello scarico delle responsabilità. Adesso però si sta imboccare una strada che potrebbe condurre a una via di uscita. La senatrice Simona Vicari, infatti, attuale sottosegretario ai Trasporti, ha fatto quello che andava fatto: ha convocato un incontro, in calendario per mercoledì 8 febbraio, per acquisire gli elementi necessari per capire la situazione e come eventualmente coordinare i tanti enti coinvolti nel rilascio delle autorizzazioni. Poi, in base a quanto emergerà in questo incontro, convocherà un altro incontro con le associazioni di categoria dell’autotrasporto e le confederazioni interessate, per avere così un quadro esaustivo della questione.

Riscontri positivi dal fronte delle associazioni. Il presidente di Confartigianato Trasporti, Amedeo Genedani, prende atto «che a seguito di denunce, richieste di incontro ed interrogazioni parlamentari finalmente il Ministero dei Trasporti abbia preso in carico di questa incredibile situazione».«Speriamo che il Sottosegretario Vicari – aggiunge Genedani – riesca a metter fine al caos prodotto e si trovino soluzioni efficaci per garantire certezza agli operatori del settore su cui non possono ricadere responsabilità altrui ed oneri o spese aggiuntive».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home