ACQUISTI

Canter E-Cell, il truck elettrico conquista Londra

9 febbraio 2017

Alla fiera inglese «Freight in the City» il furgone ad alimentazione elettrica di Daimler ha attirato l’attenzione di molti potenziali acquirenti britannici. Previste per l’anno in corso le prime vendite del nuovo Fuso eCanter con peso totale a terra di 7,5 ton

Grande successo del Canter E-Cell a trazione elettrica di Daimler alla fiera «Freight in the City» di Londra. Al suo debutto sul suolo britannico, il primo veicolo per la distribuzione completamente elettrico in produzione ha attirato l’attenzione del pubblico e di numerosi potenziali acquirenti, che hanno apprezzato i potenziali vantaggi dell’utilizzo del mezzo nel traffico urbano londinese.

Il 6 ton ecologico tedesco è stato finora presentato in vari mercati del Continente e ha completato con successo una fase di sperimentazione di 12 mesi in Portogallo, durante la quale 8 veicoli sono stati utilizzati in servizio per vari clienti, in città come Lisbona, Cascais e Porto. Con una capacità operativa di 100 km, i Canter E-Cell hanno superato la distanza media giornaliera coperta in genere dalla maggior parte dei camion usati nella distribuzione. Il Canter a trazione elettrica è attualmente utilizzato dai servizi pubblici municipali di Stoccarda e dalla società di logistica Hermes.

Il cuore del veicolo è costituito da quattro batterie agli ioni di litio di ultima generazione, con una capacità di 48,4 kW/h, che forniscono energia senza emissioni al motore magneto-elettrico e alla trasmissione del Canter. Il motore eroga una potenza di 110 kW (150 CV), con coppia massima di 650 Nm. Le batterie vengono caricate durante la notte allo standard di rete di 230 V o in stazioni di ricarica con connessione 360 V/100 ampere. Con la seconda opzione, la batteria a pavimento può essere caricata all’80% in meno di un'ora. Per la sicurezza dei pedoni delle zone a traffico limitato, il Fuso Canter E-Cell è dotata di un generatore di suono che può simulare il rumore del motore in caso di necessità. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home