FINANZA E MERCATO

Europart accelera espansione sul mercato italiano con acquisizioni e joint venture

27 febbraio 2017

Forti dei brillanti risultati ottenuti in soli tre anni, il colosso europeo della distribuzione ricambi e accessori per veicoli industriali Europart ha annunciato al Transpotec una forte accelerazione del piano di sviluppo in Italia. L’azienda tedesca, leader in Europa, ha fatto il suo ingresso nel mercato italiano nel 2014, creando una rete propria di distributori, un network di 8 partner per un totale di 16 filiali che assicurano la fornitura dei ricambi in tutto il Paese, da Torino a Catania. Questa prima fase di insediamento si è conclusa un anno di anticipo sui tempi previsti. Ora è pronto lo stadio 2 di sviluppo che, come ha spiegato Pierre Fleck, AD di Europart, «passerà attraverso l’acquisizione di significative quote di mercato nel business IAM (Independent aftermarket manufacturer) per sfruttare al meglio il grande potenziale del mercato italiano».

«Entro la fine del 2017 – ha aggiunto Fleck – espanderemo l’organizzazione attraverso la cooperazione con partner professionali, definendo joint-ventures o tramite acquisizioni. Il nostro obiettivo nel medio periodo è quello di diventare uno dei primi due operatori del mercato».

In particolare Europart è alle ultime fasi di una trattativa per l’acquisizione di un distributore, il cui nome verrà reso noto a breve. L’obiettivo è quello di creare una rete di distribuzione mista, formata da realtà indipendenti e di proprietà. È inoltre prevista la costruzione di centri di distribuzione regionali in diversi Paesi, tra cui il nostro (attualmente esistono 300 punti vendita in 28 paesi), l’espansione dell’ufficio di Shangai (luglio 2017) e l’apertura di nuovi uffici (Turchia/Dubai nel 2017 e India nel 2018).

Che si tratti di un’azienda in salute lo dimostrano sia l’acquisizione nel 2016 di LVD e Trailereffekter sul mercato svedese (di cui Europart è oggi leader incontrastato), le nuove filiali aperte in Polonia, Romania, Lettonia, Bosnia, Repubblica Ceca e Lituania e l’ulteriore crescita delle joint venture in Bosnia e nella stessa Romania.

Prodotti - Europart offre ai suoi partner un’amplissima gamma di prodotti, combinando ricambi di marchi prestigiosi con un'ampia scelta di ricambi a marchio Europart Premium Parts. «La richiesta di prodotti alternativi agli originali e che garantiscano lo stesso livello di qualità e funzionalità è in continua crescita – ha affermato Francesco Marangio, country manager di Europart Italia – Per questo abbiamo pianificato una strategia dual-brand: oltre 7.000 prodotti a marchio Europart si affiancano alla più completa gamma in Europa, composta da circa 400.000 articoli dei più importanti fornitori europei e mondiali, coprendo tutti i segmenti di mercato (camion, rimorchi, autobus, veicoli commerciali)».
L’espansione della gamma EPP prevede 500 nuovi prodotti aggiuntivi ogni anno, con l’allargamento dell’offerta sui segmenti di prodotto già esistenti, inserendo quindi nuovi codici e varianti, e lo sviluppo di nuovi gruppi di prodotto: «Entro il 2020 – ha concluso Marangio – avremo più di 9.000 articoli a nostro marchio a catalogo». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home