ACQUISTI

Fulda Ecotonn 2 HL, «scarpe» da rimorchio per carichi elevati

2 marzo 2017

La nuova gomma, prodotta nella misura 385/65 R 22.5, consente un carico sull’asse fino a 10 ton e incorpora anche la marcatura M+S per un uso che copre tutte le stagioni

Circa l’80% dei Paesi europei ha modificato i regolamenti nazionali per consentire sugli assi dei camion carichi superiori alle 40 ton, fino a oggi lo standard sugli autoarticolati a 5 assi. Per questo motivo le case costruttrici di pneumatici hanno cominciato a produrre nuovi prodotti adeguati a sostenere carichi più elevati. Ultima novità l’Ecotonn 2 HL di Fulda, casa tedesca del Gruppo Goodyear. Si tratta di una copertura “high load” per rimorchio, nato per soddisfare la domanda degli autotrasportatori che desiderano sfruttare al massimo il maggior carico utile. Ad esempio l’Ecotonn 2 HL, nella misura 385/65 R 22.5, consente un carico sull’asse fino a 10 ton, ha un indice di carico di 164K/158L e incorpora pure la marcatura M+S, che lo rende idoneo ai requisiti degli pneumatici invernali autocarro in tutta Europa. Le classificazioni dell’etichetta europea confermano poi le buone prestazioni in termini di efficienza nei consumi, aderenza sul bagnato e bassa rumorosità di rotolamento.

La robusta costruzione della carcassa offre un alto livello di ricostruibilità Il battistrada è dotato di 6 ampie costolature progettate per garantire robustezza, elevando il chilometraggio e con buona resistenza ai danni. Il disegno prevede ampie scanalature a zig-zag e i numerosi spigoli delle costolature aderiscono efficacemente al terreno per assicurare grip, con alte prestazioni di frenata su strade asciutte e bagnate. La classificazione ‘B’ dell’etichetta europea del pneumatico significa consumi efficienti e aderenza sul bagnato, nonché bassa rumorosità (una sola onda sonora per 69 dB).

Il nuovo Fulda 385/65R22.5 Ecotonn 2 HL, che sostituisce la versione standard, è riscolpibile e ricostruibile ed è già commercializzato sul mercato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home