FINANZA E MERCATO

Costi di esercizio. Il MIT aggiorna i valori per le fatturazioni di FEBBRAIO

3 marzo 2017

Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha pubblicato sul sito – con un discreto ritardo – l’aggiornamento mensile della componente gasolio dei valori indicativi di riferimento dei costi di esercizio delle imprese di autotrasporto merci per conto di terzi, al netto dell'Iva e/o dello sconto del maggior onere delle accise, utile per le fatturazioni di questo mese.

Non accenna a calare il prezzo totale al consumo del gasolio rilevato dal MISE (ministero dello Sviluppo Economico), che a GENNAIO 2017 è stato di 1.398,15 euro per mille litri, diventando così il costo più alto dell’anno (528,62 euro è il prezzo industriale, 252,13 l’Iva e 617,40 l’accisa).

Il valore di riferimento del costo del gasolio per i servizi di trasporto effettuati nel mese di FEBBRAIO, quindi è di:

1,146 euro/litro (al netto dell’I.V.A.), per i veicoli esclusi dal rimborso delle accise sul gasolio (si tratta dei mezzi di massa complessiva a pieno carico fino a 7,5 ton);

0,931 euro/litro (al netto dell’I.V.A. e del rimborso delle accise sul gasolio), per i veicoli ammessi alla restituzione delle accise (mezzi di massa complessiva a pieno carico superiore alle 7,5 ton).

In base alla legge di Stabilità 2016 dal 1° gennaio 2016, il credito di imposta relativo all’agevolazione sul gasolio per autotrazione degli autotrasportatori non spetta per i veicoli di categoria Euro 2 o inferiori.

In allegato trovate la tabella del MIT con i valori indicativi di riferimento dei costi di esercizio di un'impresa di autotrasporto merci in conto terzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home