FINANZA E MERCATO

Distacchi irregolari nel trasporto: cresciuti nel 2016 del 116%

8 marzo 2017

Avete presente i distacchi o le somministrazioni dei lavoratori? Sono un autentico tallone d’Achille del settore, un elemento di disturbo o in qualche caso di distorsione della concorrenza già nella loro forma regolare. In quella irregolare, poi, non ne parliamo. L’Italia a fine 2016 ha aggiornato la sua normativa, ma i numeri descrivono un fenomeno già avanzato e soprattutto con un trend in netta ascesa. Ragionate su questo numero: lo scorso anno l’Ispettorato del Lavoro ha verificato 6.778 lavoratori irregolari nel settore del trasporto e del magazzinaggio. Di questi la metà – per la precisione 3.327 – si riferivano proprio a fenomeni interpositori, vale a dire distacco o somministrazione irregolare di manodopera. Ma la cosa interessante è che se si vanno a vedere i dati del 2015 ci si accorge che il fenomeno è un’onda in piena: i distaccati irregolari erano allora appena 1.541, vale a dire il 116% in meno. Un dato su cui varrà la pena di effettuare più di una valutazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home