LOGISTICA

Transport Logistic 2017. Focus sulla mobilità elettrica

15 marzo 2017

La tecnologia sta facendo passi da gigante verso una mobilità sempre più sostenibile e nuovi modelli per diverse applicazioni verranno presentati anche al prossimo Transport Logistic, il Salone internazionale della logistica, della mobilità, dell’information technology e della gestione della catena di distribuzione merci in programma dal 9 al 12 maggio 2017 nel centro fieristico di Monaco di Baviera. La manifestazione, è considerata il principale evento fieristico a livello mondiale dedicato a tutti gli aspetti della logistica e del trasporto merci, su strada, ferrovia, acqua e aria.

Il settore dei trasporti si aspetta grandi benefici dal progresso della mobilità elettrica con i veicoli che abbattono le emissioni inquinanti e acustiche e hanno costi di gestione inferiori ai veicoli alimentati a diesel. Anche il governo tedesco sostiene l’e-mobility. Al momento attuale gli incentivi sono riservati solo a chi acquista auto elettriche ma il potenziamento promesso dell’infrastruttura di ricarica, che vede già stanziati 300 milioni di investimenti, porterà benefici anche ai veicoli commerciali elettrici le cui basse emissioni inquinanti e acustiche possono essere un toccasana in molti centri urbani.

Nell'ambito del progetto ELMO, l’Istituto Fraunhofer di Movimentazione e Logistica (IML) di Dortmund ha analizzato i veicoli elettrici utilizzati per il traffico commerciale nelle aree urbane fra il 2011 e il 2015 e il responsabile del progetto, Dott. Sebastian Stütz, riassume così i risultati: «In termini di costi di esercizio, raffrontando elettricità e carburante, le consegne hanno un costo nettamente inferiore». I risultati riportano risparmi nell’ordine del 60-65%, dovuti soprattutto al fatto che i motori elettrici sono molto più efficienti di quelli a combustione e l'elettricità è meno tassata rispetto al gasolio.

Resta lo scoglio dell’elevato costo di acquisto di mezzi elettrici che frenano molte aziende di trasporto, che devono anche pensare al costo ancora alto delle batterie, alla loro autonomia e a una rete di ricarica ancora molto limitata. Un consistente aumento della domanda incoraggerebbe le case costruttrici a produrre modelli in serie a costi maggiormente accessibili per alimentate ulteriormente la domanda secondo Stütz che commenta «È la classica storia dell’uovo e della gallina, non appena questo circolo vizioso verrà sbloccato, l’elettromobilità decollerà anche nel comparto dei camion».

Con i dubbi leciti e i problemi che restano da risolvere per l’utilizzo di veicoli elettrici commerciali, c'è ancora molto spazio per nuove idee e visioni. Nel programma collaterale di Transport Logistic, l’elettromobilità sarà un tema centrale. Mercoledì 10 maggio, l’Istituto Fraunhofer di Movimentazione e Logistica (IML) tratterà di “Elettromobilità nella logistica: Stato attuale, potenzialità, limiti e sviluppi”; sempre nella stessa giornata, l’associazione delle aziende di trasporto tedesche dibatterà del tema “Digitalizzazione—Automazione—Elettromobilità. Come si può rendere il trasporto ferroviario più ecologico e produttivo?". Maggiori informazioni su queste conferenze e sul programma convegnistico di transport logistic sono disponibili sul sito: www.transportlogistic.de/rahmenprogramm.html.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home