UFFICIO TRAFFICO

Guidava senza patente da 7 anni, bloccato autotrasportatore

20 marzo 2017

Dicesi ‘faccia di bronzo’ di persona sfrontata, capace di azioni riprovevoli senza nessuna vergogna, proprio come se il loro volto avesse sopra una maschera di metallo. Crediamo che nella categoria si possa tranquillamente ascrivere anche l’”aspirante” camionista beccato a Tresigallo (FE) che, senza colpo ferire, guidava ormai da sette anni privo di patente.

La vicenda ha peraltro contorni da commedia all’italiana. È infatti accaduto che durante un normale controllo per la sicurezza sulle strade dell’Unione Terre e Fiumi, una pattuglia della Polizia locale abbia fermato un autotrasportatore che non aveva il documento di guida. Per la verità l’autista ha mostrato un pezzo di carta, ma si trattava di un’autorizzazione fatta in casa, che a suo dire era un “permesso per circolare” rilasciato in attesa della duplicazione della sua patente originale. Peccato che da un controllo l’agenzia di pratiche auto risultasse del tutto inesistente e che la banca dati della Motorizzazione Civile svelasse che la patente dell’uomo era stata revocata dal 2010.

Il conducente per poter continuare a guidare avrebbe dovuto quindi ridare l’esame di teoria e di guida, cosa che non gli è passata neppure per la testa. Ha invece continuato a svolgere la professione di autotrasportatore per oltre 2.500 giorni, nonostante le sanzioni elevate da diversi organi di Polizia negli ultimi anni. Per questo i vigili urbani l’hanno anche denunciato penalmente - a piede libero - per “reiterazione della guida senza patente” e gli hanno sequestrato il veicolo.

Ma non è tutto. All’autotrasportatore sono stati contestati altre svariate infrazioni, dalla violazione dei tempi di guida e di riposo alla manomissione del tachigrafo. Nelle ultime 48 ore aveva percorso più di 2.000 km, con una media di circa 13 ore di guida al giorno.

Insomma una vera faccia di bronzo…

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home