UFFICIO TRAFFICO

Magazziniere e trasportatore colti a rubare pallet nell'azienda per cui lavoravano

28 marzo 2017

Erano diversi mesi ormai una società di spedizioni insediata nella zona di Fiumicino e impegnata soprattutto nel trasporto di medicinali, subiva furti di pallet. Così ha deciso di presentare una regolare denuncia ai Carabinieri della cittadina laziale. Ma gli uomini dell’Arma non hanno dovuto faticare molto a individuare i responsabili: è stato sufficiente controllare a distanza il traffico mattutino nell’azienda e accorgersi che un magazziniere trascorreva molto tempo al telefono per accordarsi con qualcuno su spedizioni da recuperare. Senonché, giunto nell’azienda l’autotrasportatore che evidentemente era stato contattato dall’uomo, i carabinieri si sono accorti che il semirimorchio trainato dal trattore era un frigo (allestimento non presente nel parco veicolare) che non aveva la livrea aziendale presente invece sugli altri mezzi. Così si sono appostati per seguirne i movimenti e lo hanno visto caricare, insieme al suo complice, almeno 60-70 bancali. A quel punto gli stessi carabinieri sono intervenuti per cogliere sul fatto e quindi per arrestare i due “soci in affari”, scoprendo peraltro che non soltanto il magazziniere, ma anche il trasportatore lavorava per conto della casa di spedizioni. Così, magazzinieri e trasportatore, rispettivamente un romano di 46 anni e un salernitano di 45 anni, sono stati condotti davanti al Tribunale di Civitavecchia per rispondere di furto in concorso.

Adesso la magistratura dovrà appurare a chi era destinata la refurtiva e quanto fruttava ai due arrestati. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home