ACQUISTI

ZF: una rete di assistenza in continua evoluzione

30 marzo 2017

ZF Aftermarket offre alle officine diversi programmi a livello europeo per essere sempre pronti alle nuove sfide tecnologiche e anticipare le future tendenze del post-vendita con servizi di alta qualità

Mantenersi aggiornati con le nuove è tra i presupposti necessari di una rete di assistenza pronta a rispondere alle nuove esigenze del mercato. Megatrend come sicurezza, efficienza, guida automatizzata ed elettrificazione stanno cambiando il mondo della mobilità in modo tanto rapido quanto permanente in ogni ambito industriale.

La Rete ZF Aftermarket non si astiene a questo processo, evolvendosi e anticipando il mutamento nell’approccio dell’assistenza, dove si è passati da un metodo riparativo e di sostituzione del singolo componente, dove l’officina doveva essere preparata essenzialmente in meccanica e idraulica, a un approccio diagnostico e di programmazione degli interventi manutentivi.

Tra le sfide da affrontare, quella introdotta dalla tecnologia ibrida, che comporta interventi sull’intero sistema, quella 100% elettrica ed interconnessa dove l’officina dovrà avere competenze anche su hardware e software e dovrà intervenire sull’intero sistema anche da remoto.

Cambiamenti importanti e impegnativi che la rete ZF non ha esitato ad affrontare, andando anche ad anticipare le future tendenze del post-vendita creando diversi programmi europei con differenti mission sul mercato, come:

  • la rete di officine ZF Services Partner, competente su tutta la gamma di prodotti Automotive ZF, garantisce al cliente assistenza a 360°, anche su tutto il veicolo con assistenza full service;
  • la rete di officine ZF Services Service Point (a breve anche in Italia), specializzata sui veicoli commerciali e sulla diagnostica all’avanguardia, garantisce un servizio di prossimità e un’offerta specializzata anche per veicoli industriali;
  • a completamento la rete di officine Alltrucks (fondata da ZF, Bosch e Knorr-Bremse), specializzata sui brand di prodotto per veicoli commerciali.

Con un fatturato di quasi 3 miliardi di euro, l’organizzazione ZF Aftermarket è ben salda, contando su un organico complessivo di 8 mila collaboratori, 120 sedi e 650 partner services in tutto il mondo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home