ACQUISTI

L’acqua Sant’Anna viaggia su Stralis a LNG

12 aprile 2017

La Fonti di Vinadio per il trasporto dell’acqua minerale a marchio Sant’Anna, si affida alla Fratelli Cavaglià che ora rinnova la flotta con 6 nuovi veicoli a metano e aprirà entro l’estate un distributore interno per il rifornimento di LNG

Il trasporto dell’Acqua Sant’Anna diventa più ecologico, grazie a 6 nuovi Iveco Stralis NP alimentati a LNG (gas naturale liquefatto) entrati in flotta alla Fratelli Cavaglià di Carmagnola, azienda di trasporti impegnata nei servizi distributivi per la Fonti di Vinadio, produttore del marchio Acqua Sant’Anna. I nuovi mezzi saranno impiegati principalmente per il trasporto dell’acqua minerale Sant’Anna dallo stabilimento di Vinadio (Cn), per un totale di circa 15 milioni di bottiglie al mese.

L’azienda Fratelli Cavaglià si doterà inoltre entro l’estate di un distributore interno alla propria sede di Carmagnola per far fronte alle esigenze di rifornimento dei suoi mezzi. La realizzazione di questi progetti è frutto della stretta collaborazione tra la Fonti di Vinadio e la Fratelli Cavaglià per un impegno congiunto verso un futuro più sostenibile anche nel settore degli autotrasporti.

«Siamo molto soddisfatti – commenta Alberto Bertone, presidente e Ad della Fondi di Vinadio – che il nostro partner Cavaglià abbia sposato la nostra filosofia e deciso di realizzare questo importante investimento. Da sempre abbiamo privilegiato il trasporto su rotaia per spedire la nostra acqua in tutta Italia, ma la ferrovia non arriva al nostro stabilimento e da lì la merce deve partire necessariamente su camion. Siamo sempre particolarmente attenti alle innovazioni che il mercato offre, anche nel settore dei trasporti, per migliorare costantemente l’impatto della nostra attività produttiva sull’ambiente».

«Da un paio d’anni il mercato offre queste valide alternative per un trasporto più ecologico – aggiunge Fabrizio Cavaglià - e siamo contenti di essere innovatori insieme ad Acqua Sant’Anna. Questo importante risultato è reso possibile dalla tipologia della nostra collaborazione, con un cliente che ci considera non un semplice fornitore, ma un partner con cui condividere valori e visioni. Lavorando in questo modo è possibile realizzare insieme grandi risultati, come questo. Contestualmente all’acquisto dei camion LNG, abbiamo rottamato quasi tutti i mezzi euro 3. Pertanto da oggi la nostra flotta includerà solo camion euro 5, euro 6 e metano».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home