ACQUISTI

Un Premium ibrido per la raccolta rifiuti

2 febbraio 2012

L’autorità Mulhouse Alsace Agglomération ha recentemente ricevuto un Premium Distribution Hybrys Tech per la raccolta dei rifiuti domestici in sedici comuni, operando sia nelle aree pedonali sia in quelle più esterne.
Il mezzo, un ibrido da 26 ton di Mtt, 6x2 con motore da 340 CV Euro5 e un motore elettrico da 70 kW, permetterà all’autorità alsaziana di testarlo nelle diverse condizioni di utilizzo e raccogliere informazioni utili per definire un eventuale aumento di veicoli con le medesime caratteristiche.
La tecnologia ibrida è particolarmente adatta per impieghi legati alla distribuzione o alla raccolta rifiuti in aree urbane o suburbane. Oltre al minor consumo di carburante, fino al 25% meno di un veicolo convenzionale, grazie all’utilizzo della modalità elettrica, anche le emissioni sonore sono significativamente ridotte. Grazie al Premium Distribution Hybrys Tech, il carbon audit per l’autorità Mulhouse Alsace Agglomération registrerà una riduzione di 10 ton di CO2 ogni anno.

Il funzionamento
L’energia cinetica del veicolo viene recuperata nelle fasi di frenata o decelerazione e trasformata in energia elettrica. Questa viene immagazzinata nelle batterie di trazione, che operano indipendentemente e non necessitano di carica dall’esterno. L’energia fornita aziona un motore elettrico, il veicolo si avvia in modalità elettrica dopodiché, una volta raggiunta una velocità intorno ai 20 km/h, il motore Diesel si sostituisce a quello elettrico. Ciò significa che il motore a combustione interno è utilizzato nelle fasi in cui il consumo è minore.

Veicoli Clean Tech
Renault Trucks sta sviluppando veicoli a energia alternativa al diesel da diversi anni. Queste includono l’elettrico, le soluzioni ibride e metano. I veicoli che utilizzano da questi tre tipi di energia rientrano nella gamma Clean Tech per utilizzi prevalentemente in ambito urbano o suburbano.
Per garantire la medesima qualità di servizio offerta ai veicoli convenzionali, Renault Trucks ha introdotto un processo di certificazione Clean Tech della propria rete di assistenza.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home