FINANZA E MERCATO

ZF, nel 2016 salito il fatturato (35,2 mld) e calati i debiti (-1,6 mld)

27 aprile 2017

È stato un anno più che positivo il 2016 per ZF Friedrichshafen AG, multinazionale tedesca fra i principali fornitori mondiali di tecnologie per trasmissioni e sistemi autotelaio. Il fatturato del Gruppo è cresciuto del 20,6 %, toccando quota 35,2 miliardi di euro, e il margine operativo lordo rettificato è aumentato di un punto percentuale, arrivando al 6,4 %. Il risultato al lordo degli interessi, delle imposte e degli ammortamenti (EBITDA) è salito a sua volta da 2,9 a oltre 3,8 miliardi di euro, pari a un margine EBITDA rettificato del 10,8 %, mentre il flusso di cassa operativo (free cashflow) rettificato ammonta a 2 miliardi di euro. Sono risultati finanziari che confermano la solidità dell’azienda, che ha così ridotto le passività derivanti dall'acquisizione di TRW per un importo di circa 1,6 miliardi di euro e aumentato gli investimenti in ricerca e sviluppo a 2 miliardi di euro (corrispondenti al 5,5 % del fatturato), settore dove occupa 14.550 collaboratori in tutto il mondo.

Il fatturato automotive di ZF è leggermente cresciuto nel 2016, in particolare nei settori dei cambi automatici per autovetture e della tecnologia di sicurezza. Il fatturato della Divisione Tecnologia Industriale è aumentato in misura più evidente del 16,7 % rispetto all'anno precedente ,con l'acquisto del segmento trasmissioni industriali e per impianti eolici da Bosch-Rexroth e con i maggiori guadagni registrati dalla Business Unit energia eolica. Tale dinamica ha determinato un aumento all'8% della quota di fatturato riconducibile alla tecnologia industriale all'interno di quello  totale del Gruppo, in linea con l'obiettivo di una sempre maggiore diversificazione delle attività aziendali di ZF.

Il numero di dipendenti e collaboratori nel 2016 è leggermente calato (136.820 contro i 138.269 del 2015) per il trasferimento della Business Unit sistemi di fissaggio e componenti, che contava circa 2.800 unità lavorative, e del gruppo Cherry, con circa 400 addetti, ceduto al gruppo finanziario Genui. Ma allo stesso tempo l’azienda teutonica ha creato circa 1.800 nuovi posti di lavoro, impiegando oltretutto più di 2.800 tra apprendisti o studenti in formazione duale (anno 2015: 2.300).

Per il 2017 ZF prevede che il fatturato toccherà i 36 miliardi di euro, il margine operativo lordo rettificato andrà oltre il 6 % e il margine EBITDA rettificato supererà il 10 %. Futuro dunque luminoso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home