LEGGI E POLITICA

Simona Vicari si dimette da sottosegretario al MIT

20 maggio 2017

È stato un pomeriggio burrascoso quello di ieri per il MIT. Il sottosegretario al ministero, con delega per l’autotrasporto, Simona Vicari ha ricevuto un avviso di garanzia, mentre si trovava a Palermo in occasione di un convegno organizzato da Unrae e dall’Albo degli Autotrasportatori.

Secondo gli inquirenti, la Vicari avrebbe accettato un Rolex dall'armatore Ettore Morace (titolare della Liberty Lines, ex Ustica Lines) in cambio del suo presunto apporto per agevolare l'approvazione di un emendamento alla legge di Stabilità per ridurre dal 10% al 4% l’Iva sul trasporto marittimo. Un emendamento che avrebbe fatto risparmiare a Morace diversi milioni di tasse.

In serata – sollecitata anche dal ministro dei Trasporti Graziano Delrio, la Vicari ha quindi presentato le sue dimissioni dichiarando, con una nota inviata alle agenzie di stampa, «Poiché la mia permanenza nell’incarico comporterebbe di affrontare quotidianamente una materia per la quale sono oggi sottoposta a indagine al fine di garantire a me e al mondo che è maggiormente interessato al trasporto marittimo e a tutto il governo che ho avuto l’onore di rappresentare una maggiore serenità, ritengo opportuno rassegnare le mie dimissioni che mi consentiranno di meglio rappresentare all'autorità giudiziaria tutte le ragioni per le quali sono assolutamente estranea a quanto contestato. In quella sede farò chiarezza anche del regalo ricevuto da Morace che nulla ha a che vedere con il ruolo di sottosegretario e l'impegno da me profuso per il riordino dell'intero settore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home