LEGGI E POLITICA

Revisioni veicoli: sospesa la circolare che introduceva nuove disposizioni

26 maggio 2017

Buone notizie sul fronte revisioni. Dopo le due proroghe (l’ultima spostava la data di inizio del nuovo regime al 6 giugno prossimo), ieri è arrivata la sospensione definitiva della contestata circolare RU4791 del 27 febbraio scorso del ministero dei Trasporti che prevedeva nuove procedure operative e informatiche per le revisioni dei veicoli sopra le 3,5 tonnellate e per i bus. Con nuova circolare, datata 25 maggio, che trovate in calce all’articolo) il direttore Maurizio Vitelli la DG della Motorizzazione del MIT comunica che, dopo gli incontri tenutisi con le associazioni di categoria e le problematiche sottoposte al ministero, «si ritiene opportuno procedere alla sospensione della citata circolare nei suoi contenuti ad eccezione di quanto previsto al punto 2 - relativo alla durata minima per le operazioni di revisioni (ndr) per dar modo a questa amministrazione di una sua più efficace rivisitazione».

Soddisfazione la esprime Amedeo Genedani, presidente di Unatras che commenta «Dal giorno stesso della sua emanazione, senza alcun preventivo coinvolgimento delle associazioni, abbiamo contestato le nuove disposizioni che imponevano nuovi ed onerosi obblighi per le imprese di autotrasporto».
Secondo Genedani il provvedimento avrebbe soltanto prodotto pesanti ricadute sull'efficienza del sistema di revisioni con un allungamento dei tempi e un aggravio dei costi a carico degli autotrasportatori.
«Piuttosto - conclude il presidente di Unatras - nell'ultimo incontro con i rappresentanti del Governo abbiamo chiesto che si proceda all'affidamento totale delle revisioni ai soggetti privati, con un rigido sistema di controllo sul loro operato da parte delle motorizzazioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home