UFFICIO TRAFFICO

Valtellina: sequestrati centinaia di depositi di gasolio; si prospettano multe salatissime

5 giugno 2017

C’è un fiume in piena in Valtellina che scorre sotto forma di controlli che la guardia di Finanzia, sulla base di un’indagine della Procura della Repubblica, sta effettuando in tantissime aziende contestando la detenzione di gasolio per autotrazione in depositi e cisterne a uso privato. Si parla di 200 controlli già effettuati, ma a quanto si sa potrebbero diventare anche 600.

Non tutte le aziende coinvolte si occupano di autotrasporto (anche se buona parte), ma per tutte il problema si è rilevato il medesimo: una normativa regionale non troppo chiara e applicata in maniera molto rigida e la mancanza di un’autorizzazione comunale per il deposito del gasolio. Il problema però, come denuncia la FAI locale, è che partendo dalla mancanza di un’autorizzazione comunale, punita con una sanzione tutto sommato modesta, si arrivi poi a contestare alle aziende in questione anche reati penali e reati fiscali che possono essere puniti con sanzioni da diverse centinaia di migliaia di euro. Insomma, una prospettiva che rischia di mettere in ginocchio la stessa economia del territorio.

Vista proprio la delicatezza della questione è stato organizzato un incontro rivolto specificatamente agli autotrasportatori e che si svolgerà sabato 10 giugno alle ore 15 a Sondrio, nella sede dell’Unione Cts, in via del Vecchio Macello 4/C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home