UFFICIO TRAFFICO

Autotrasporto: le vittime da incidenti scendono del 46,6%

8 febbraio 2012

Una volta tanto, una buona notizia. L’autotrasporto italiano, tra il 1991 e il 2010, ha ridotto del 46,6% il numero di vittime negli incidenti in cui è stato coinvolto. Scendono così, nel ventennio in esame, da 502 a 268 i decessi. Ma anche il numero degli incidenti e quello dei feriti sono in diminuzione: i primi sono scesi del 17,9% (dai 15.721 del 2000 ai 12.897 del 2010) i secondi dell’1,7% (dai 10.936 ai 10.749).
Dati che dimostrano l’impegno di un settore per un traguardo raggiunto attraverso l’avvio di programmi di formazione degli autisti da parte di aziende e organizzazioni, il miglioramento dell’organizzazione del trasporto, la regolamentazione e le strumentazioni di sicurezza introdotte dalle case costruttrici di veicoli.
Scendendo nello specifico, nel 2010, gli autocarri e i motocarri, coinvolti – il che non significa responsabili – in incidenti stradali sono stati il 6,9% sul totale (27.346 in valore assoluto), contro il 67,8% delle autovetture (267.481) e il 13,2% dei motocicli (52.159). Un rapporto che si rispecchia anche nella statistica relativa alle persone.
Nel 2010 l’indice di mortalità per categoria del veicoli, presenta una diminuzione, se confrontato con il livello registrato per il 2009, per mezzi pesanti (autocarri e motocarri), biciclette e motocicli. I livelli più elevati degli indici di mortalità si registrano, comunque, in corrispondenza di biciclette e motocicli.
Per quanto riguarda, infine, la tipologia degli incidenti nei quali sono rimasti coinvolti veicoli industriali, quello più frequente è stato, nel 2010, lo scontro con autovetture (5.771), seguito da quello con motocicli (1.490) e da quello con altri veicoli industriali (1.416). Più bassi i numeri di incidenti a veicoli isolati, costituiti quasi esclusivamente da fuoriuscite di strada (1.203) o investimenti di pedoni (1.133).
Il trend dei sinistri dal 2000 al 2010 ha fatto registrare una diminuzione da 15.721 nel 2000 a 12.987 nel 2010, mentre il numero di decessi da 447 nel 2000 è sceso a 268 nel 2010 con una diminuzione del 5,8%. Il numero dei feriti per incidenti che vedono coinvolti veicoli pesanti, infine, è passato da 10.936 nel 2000 a 10.749 nel 2010.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home