LEGGI E POLITICA

11 luglio 2017: per la prima volta i certificati ATP saranno rilasciati in modo digitale

3 luglio 2017

Per i certificati ATP si entra finalmente in una nuova epoca. La Divisione 3 della D.G. Motorizzazione del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha dato comunicazione ufficiale (Circolare prot. 13549 del 22/06/17) che il prossimo 11 luglio parte la nuova procedura informatica per il rilascio dei certificati.

A gioire sono ovviamente tanti trasportatori , ma anche tra le organizzazioni di categoria di Assotir, che l’ha fortemente voluta. Cosa cambia di fatto? In pratica con la procedura informatizzata sarà possibile conoscere tutta la storia della certificazione ATP riguardante il singolo veicolo o la singola cassa e verificarne la rispondenza alle normative internazionali e italiane in vigore in un settore cruciale per la sicurezza e per la salute dei cittadini, come il trasporto alimentare e quello di farmaci.

La procedura, disciplinata con circolare ministeriale n.24419 del 4 novembre 2016, è mirata a informatizzare e a gestire centralmente tutte le verbalizzazioni, le omologazioni e il rilascio delle certificazioni ATP sulle carrozzerie isotermiche, in sostituzione della documentazione cartacea.

L’entrata in vigore è stata rinviata due volte per adeguare tutte le stazioni di prova ai nuovi standard tecnici. Così adesso tra un paio di settimane sarà possibile, completata l’immissione dei dati del verbale di prova, richiedere il nuovo attestato presso qualsiasi UMC. Altrimenti, in caso di inserimento manuale dei dati o di produzione del certificato cartaceo in base alla precedente procedura, bisognerà rivolgersi all’UMC di competenza.

Solo in casi eccezionali, fino al 10/11/2017, le stazioni di prova o gli esperti potranno inserire i dati utili alla stampa dell’attestato anche in assenza di verbali preinseriti nel sistema, sulla base della consueta documentazione. In questi casi, per evitare disagi all’utenza, sarà consentito il rilascio dell’attestato con le vecchie modalità, senza costi aggiuntivi, una volta ultimato l’inserimento nel sistema informatico.

Per la stampa dei certificati ATP digitalizzati dovranno essere utilizzati esclusivamente i modelli TT815.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home