UFFICIO TRAFFICO

Esame CQC: aspirante autotrasportatore si presenta “microfonato”; denunciato per truffa

18 luglio 2017

Era ricorso all’aiuto da casa. Peccato che non fosse a un quiz televisivo, ma all’esame per conseguire la carta di qualificazione conducente (CQC). Risultato: scoperto dalla polizia giudiziaria e denunciato per truffa.

La vicenda è accaduta a Ferrara. Per passare il test per il conseguimento della CQC, un 43enne di nazionalità nigeriana aspirante camionista ha pensato bene di ricorrere a dispositivi elettronici camuffati sotto i vestiti e a un’auricolare wifi, mediante cui comunicava all’esterno con dei complici che gli suggerivano le risposte. Alla fine della prova il sospetto, segnalato alla squadra di Polizia giudiziaria, è stato fermato e controllato nell’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile. La perquisizione ha svelato alcuni dispositivi elettronici che il candidato nascondeva. Lo sfortunato truffatore è stato perciò segnalato all’autorità giudiziaria per il reato di truffa e le apparecchiature sequestrate.

La tentata frode segue un altro tentativo di truccare l’esame per conseguire la patente di guida, sempre avvenuto nei giorni scorsi a Ferrara, con uno dei due denunciati che si era addirittura sostituito all’amico in sede d’esame.

Il bello – o brutto per il truffatore – è che, nonostante l’aiuto esterno, non era riuscito comunque a superare la prova d’esame

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home