LEGGI E POLITICA

In Gazzetta il decreto Semplificazioni: rimossi i divieti nei giorni pre e post festivi

10 febbraio 2012
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 33 del 9 febbraio 2012 è stato pubblicato il decreto legge n. 5 del 9 febbraio 2012, meglio noto come Decreto Semplificazioni. Tante le disposizioni che contiene, di cui alcune interessano più o meno direttamente l’autotrasporto.
Molto interessante e peraltro già annunciata è la disposizione contenuta nell’art. 11 che elimina i divieti di circolazione durante i giorni pre e post festivi e per la precisione stabilisce che tali divieti dovranno essere individuati in modo da contemperare le esigenze di sicurezza stradale con gli effetti che tali divieti determinano sulle  attività di autotrasporto e sul sistema economico e produttivo nel suo complesso.
Altra novità riguarda il tachigrafo digitale, visto che diventa biennale (mentre ora era annuale) la taratura periodica.
Cambia anche un dettaglio rispetto all’accesso alla professione, in quanto viene dispensato dalla frequenza di uno specifico corso di formazione preliminare per l’esame di idoneità professionale chi ha assolto all’obbligo scolastico e superato un corso di istruzione secondaria di secondo grado.
È ugualmente dispensato dall’esame per la dimostrazione dell’idoneità professionale chi dimostra di aver diretto, in maniera continuativa, l’attività in una o più imprese di trasporto italiane o comunitarie da almeno dieci anni precedenti il 4 dicembre 2009 e siano in attività alla data di entrata in vigore del decreto.
Altre norme riguardano l’autotrasporto in maniera più tangente. Va comunque ricordata quella per cui per il rinnovo delle patenti degli ultraottantenni basta l’attestazione del medico curante e quindi viene meno quella verifica della sussistenza dei requisiti fisici e psichici presso una commissione medica locale, richiesta finora. Il rinnovo va effettuato ogni due anni. Si anticipa così all’entrata in vigore del decreto, l’abrogazione della norma che prevede per chi ha superato ottanta anni di poter continuare a condurre ciclomotori e veicoli per i quali è richiesta la patente delle categorie A, B, C ed E, qualora consegua uno specifico attestato rilasciato dalla commissione medica locale, a seguito di visita medica specialistica biennale, rivolta ad accertare la persistenza dei requisiti fisici e psichici prescritti (art. 115, comma 2‐bis D.Lgs. n. 285/1992).
Infine, a decorrere dall’anno 2012 il controllo obbligatorio dei dispositivi di combustione e scarico degli autoveicoli e dei motoveicoli (il cosiddetto “bollino blu”) è effettuato esclusivamente al momento della revisione obbligatoria periodica del mezzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home