UFFICIO TRAFFICO

A fuoco 8 camion in azienda nel veronese: si segue una pista mafiosa

31 agosto 2017

In quest’estate particolarmente avara di acqua e prodiga di fiamme, non bruciano soltanto boschi e terreni, ma anche i camion. A Verona la notte tra il 27 e il 28 agosto sono andati in fumo otto camion nel piazzale della HB Trasport di Albarè di Costermano, nel veronese, una delle due società create da trasportatori austriaci (l’altra si chiama Tramex) per gestire le attività in Italia. 

E così come spesso dietro la mano di chi dà fuoco ai terreni esiste una mano dolosa, anche dietro l’incendio dei veicoli pesanti c’è il forte sospetto che ci sia una precisa strategia criminale. Questa è almeno l’ipotesi degli inquirenti, costruita analizzando altri episodi simili verificatisi negli ultimi tempi nella zona. In pratica, dallo scorso ottobre a oggi, sono stati 29 i veicoli pesanti andati a fuoco in cinque incendi, compreso quello della scorsa notte.

A confermare tale ipotesi sarebbero per un verso la tecnica utilizzata, particolarmente diffusa soprattutto in altre regioni italiane, per un altro l’impatto distruttivo degli incendi, che coinvolge sempre un numero di mezzi particolarmente consistente. La motivazione che potrebbe muovere una tale azione criminale sarebbe quella di mettere in difficoltà dei concorrenti a vantaggio di imprese di autotrasporto legate con organizzazioni criminali.  

La pista investigativa seguita guarda in particolare ad alcune imprese sostenute da presunti legami con la 'ndrangheta di Reggio Calabria e di Vibo Valentia e colpite anche da interdittive antimafia dal locale prefetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home