FINANZA E MERCATO

ZF: migliora il proprio margine nel primo semestre 2017

12 settembre 2017

Nei primi sei mesi del 2017, ZF ha generato un fatturato complessivo di 18,3 miliardi di euro, con un aumento di 481 milioni di euro (+2,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente). In crescita anche il risultato operativo rettificato (EBIT) che ha raggiunto quota 1,2 miliardi di euro (1,1 miliardi di euro nel primo semestre 2016), corrispondenti a un margine EBIT rettificato del 6,6% (6,3% nel 2016). «Pur avendo investito maggiormente in Ricerca & Sviluppo oltre che nei campi della mobilità elettrica e della guida autonoma, siamo stati in grado di incrementare ulteriormente il nostro margine – afferma Konstantin Sauer, direttore finanziario di ZF – Questo risultato è stato possibile grazie all'ottimizzazione dei processi operativi e alla creazione di sinergie in seno all'acquisizione di TRW». I ricavi rettificati - ante interessi, imposte, deprezzamento e ammortamenti (EBITDA) - ammontano a 2,0 miliardi di euro (1,9 miliardi di euro nel 2016), corrispondenti a un margine EBITDA del 10,8% (era 10,7% nel 2016). Il flusso di cassa prodotto dalla gestione operativa, si è attestato a 322 milioni di euro, contribuendo a ridurre il debito risultante dall'acquisizione di TRW, di 684 milioni di euro e portandolo a 7,6 miliardi di euro.

«Nel corso del primo semestre dell'anno, ZF ha investito fortemente nel futuro, stiamo intensificando i nostri sforzi nella mobilità elettrica e nella guida autonoma – puntualizza Stefan Sommer, AD di ZF – Il miglioramento nel margine e un solido flusso di cassa ci stanno aiutando a raggiungere questo risultato, così come le numerose nuove partnership che stanno andando a completare il nostro portfolio tecnologico».

ZF prevede uno sviluppo stabile delle attività per tutto il 2017 con un fatturato che dovrà superare i 36 miliardi di euro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home