UFFICIO TRAFFICO

Autista genovese assolto dopo 12 anni dall'accusa di omicidio colposo

13 settembre 2017

Era stato accusato di omicidio colposo ben 12 anni fa. Tanti, tantissimi da far passare. Ma alla fine l’autista genovese che nell’agosto del 2005 venne accusato di aver causato la morte di un ragazzo di 17 anni, Giovanni Cortis, lungo una strada vicina a Villanova d’Albenga (Savona), è stato assolto perché il fatto non sussiste.

Il diciassettenne era in sella a una moto e si era scontrato frontalmente con un’auto. Il camion guidato dall’autista genovese era stato ritenuto responsabile perché in quel momento stava facendo manovra lungo la strada.

Ma i periti del tribunale hanno appurato che in realtà il camion non poteva ingombrare la strada perché altrimenti, fatte le debite ricostruzioni, sarebbe stato incocciato dall’auto e non dalla moto. È probabile invece che il camion stesse per fare la manovra e che il motociclista, mentre rientrava dal sorpasso, ha temuto di essere investito dal mezzo pesante e ha sbagliato manovra, si è allargato andando a finire contro la vettura che procedeva in direzione opposta.

Insomma, una ricostruzione, complicata finché si vuole, ma giunta tanto tanto in ritardo. Perché attendere 12 anni con un'accusa di omicidio sulla testa diventa (quello sì) troppo ingombrante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home