FINANZA E MERCATO

Protestano gli autisti della De.ri di Padova: stipendi fermi da giugno

18 settembre 2017

Tira una brutta aria alla cooperativa De.ri. I dipendenti della società, con sede presso l'interporto di Padova, non ricevono lo stipendio da giugno. Eppure ancora si recano puntualmente al lavoro nella speranza che possa tornare il sereno. Soltanto che stamattina, una volta caricati i veicoli, si sono accorti che erano senza gasolio perché la cooperativa non riesce più a garantire i rifornimenti. 

Sulla stampa locale un dirigente della Filt Cgil locale, Massimo Cognolatto, riferisce di essersi informato della vicenda e di aver appurato che il maggior cliente della De.ri è DHL, la quale vanta crediti con la coop per più di 100.000 euro e registra continue sparizioni di pallet. 

Di fronte a questa situazione i quasi trenta autisti e facchini della società hanno deciso di protestare affinché i vertici sociali si convincessero a pagare gli stipendi arretrati. La risposta della dirigenza non è stata molto edificante: manca liquidità e quindi per ora non c'è possibilità di dare soddisfazione ai lavoratori, anche se si è messo a punto un piano di rientro per cercare di garantire un futuro all'azienda. Una prospettiva che non ha convinto gli autisti a desistere dalla protesta, che continuerà anche nei prossimi giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home