UFFICIO TRAFFICO

CONAP vince l’edizione 2017 di Vinco.Sicuro!

25 settembre 2017

È il CON.A.P. di Fiorenzuola d’Arda (Pc) a portarsi a casa il titolo di squadra più sicura di Federtrasporti 2017.

Un titolo sudato, contro i vincitori della passata edizione (CAN di Noci, Ba) che ha lottato fino alla fine. Anzi, al termine della semifinale erano i pugliesi in testa, anche se poi perdevano contatto con i primi per colmarlo soltanto nell’ultima prova.  A quel punto a Conap e Can per sbloccare la situazione di parità sono state necessarie tre prove supplementari, in cui piacentini e baresi hanno tenuto un testa a testa entusiasmante e quasi rocambolesco. Appena sotto (di 1 solo punto) la squadra dell’Associazione Autotrasportatori dell’Agro (di San Valentino Torio, in provincia di Salerno) a testimonianza dell’alto livello di preparazione delle squadre finaliste.

La Semifinale e la Finale si sono disputate sabato scorso a Bentivoglio (Bo), con la partecipazione delle nove squadre che avevano brillato nelle qualifiche di Fondi (Lt), Ravenna e Piacenza sostenute dalla presenza di tanti supporter.

Quest’anno c’erano in programma sei prove di Semifinale per le nove squadre (Ass. dell’Agro, Cafa di Ferrara, Cam di Marghera, Can di Noci, Carp di Pesaro, Ctf di Fondi, Conap di Fiorenzuola, Gam di Mantova, Rat di Calenzano), composte da tre persone ognuna e sei prove di Finale per i tre team a podio.

Le prime sei prove hanno messo alla frusta i semifinalisti con i test sui tempi di guida e di riposo, sull’uso del tachigrafo, sulle norme di circolazione e quelli sulla guida sicura e razionale curati da Piero Falla, formatore di Renault Trucks (casa costruttrice con cui viene realizzato l’evento in partnership). Molto apprezzato è stato il “racconto di un quasi incidente”; un rappresentante per ogni squadra ha dovuto raccontare un episodio, tratto dalla propria esperienza sulla strada, in cui si è trovato a pochi metri o a pochi secondi da un possibile sinistro, ma poi, grazie a una reazione immediata, a una manovra indovinata o a una qualunque abilità, è riuscito a evitarlo.

La giuria, nel valutare le diverse esposizioni, ha considerato sia la capacità del narratore di esporre l’insegnamento contenuto nell’episodio raccontato e la simpatia con cui ha suscitato l’interesse del pubblico, sia l’abilità nel sottolineare come la situazione vissuta potrebbe verificarsi nuovamente. Perché a quel punto la condivisione mette al riparo chi ha ascoltato quel racconto. Giuria e pubblico partecipante hanno in maniera univoca eletto la performance narrativa di Mario Piangivino, giovane autotrasportatore barese che ha saputo catturare l’attenzione della platea con il suo modo di interpretare l’episodio raccontato. Applausi.

Nella Finale i rappresentanti dell’Ass. dell’Agro (Dario Lodato, Damiano D’Arminio, Salvatore Panico), del Can (Giuseppe Michielli, Giuseppe Lombardo, Mario Piangivino) e del Conap (Mirco Consonni, Roberto Gardin, Domenico Zito) hanno dato prova di buoni riflessi – con i check up proposti dallo specialista Aldo Sabattini – hanno spiegato e dimostrato di conoscere esercizi di ginnastica posturale, per allentare le tensioni dei muscoli – insieme alla chinesiologa Alessandra Ranuzzi de Bianchi – hanno risposto a quesiti sulle norme sulle circolazione – presentati e commentati da Sandro Vedovi, esperto sulla sicurezza stradale – e sulla conoscenza dell’uso del tachigrafo – con Paolo Moggi, formatore di Accademia Federtrasporti.

Ad avere la meglio è stato il Conap, capitanato Mirco Consonni, insignito nella scorsa edizione con il titolo di «Sapientino». Titolo passato di mano quest’anno a una squadra intera, la RAT di Calenzano (Fi), che nella tappa di qualifica a Ravenna ha fatto l’en plein di risposte esatte con tutti i 5 partecipanti.

Ma non solo gloria e attestati. Anche premi per i vincitori che pure quest’anno sono stati di soddisfazione sia per le aziende di trasporto, sia per i driver. I vincitori hanno portato a casa 6 cerchi in lega Dura-Bright prodotti e commercializzati da Alcoa; una cena “stellata” in un ristorante Michelin; voucher per accedere ai servizi TIRecupero di soccorso e assistenza effettuati da GoAssistance; un anno di servizio TIS-Web, la piattaforma online di VDO per la valutazione e l'archiviazione dei dati tachigrafici e una DLK Pro Downloadkey, per scaricare i dati dal tachigrafo digitale; valige e zaini offerti da Octo, le cui telecamere Roadscan (installate su gran parte dei veicoli Federtrasporti) hanno fornito video di sinistri realmente accaduti, mostrati durante le prove; scarpe antinfortunistica offerte da Euroroutier, prodotti per la detergenza dei mezzi omaggiati da Fraber; gadget di Air1 e OneOnOne e i trofei progettati e realizzati ad hoc da Acitoinox.

La Finale 2017 ha avuto anche un commosso momento di ricordo del dottor Giorgio Ghedini, stimato medico, membro del comitato scientifico di Accademia Federtrasporti, recentemente scomparso.

«La velocità quasi istintiva con cui sono state date le risposte - commentava nella precedente edizione di Vinco.Sicuro! - dimostra che le conoscenze si sono sedimentate in profondità». Un seme che ha cominciato a dare buoni frutti, grazie al suo impegno, alla sua passione e alla sua capacità di coinvolgere tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

VIDEO

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home