FINANZA E MERCATO

Menci, nel 2017 +20% di fatturato. Aperto il primo “Menci Service”

26 settembre 2017

È stato un primo semestre 2017 di grande soddisfazione quello di Menci, azienda italiana specializzata in semirimorchi e cisterne. Il fatturato dell’impresa di Castiglion Fiorentino (Arezzo) è infatti aumentato del 20% rispetto allo stesso periodo 2016, le vendite di tutta la gamma di veicoli sono cresciute fino a 954 pezzi e sono stati assunti 27 nuovi addetti, con un numero totale di dipendenti vicino ai 300. A tale crescita ha contribuito anche la trevigiana Zorzi che ha chiuso il primo semestre con un +19% di fatturato e 48 mezzi venduti in più.

Sono notizie positive che confermano la fase di grande sviluppo della realtà toscana, accompagnata da forti investimenti industriali, specie nel Nord Italia. Ultimo in ordine di tempo è il primo "Menci Service", un magazzino di ricambistica inaugurato a Carmignano di Brenta (PD), che va ad affiancarsi alla Menci Nord, già attiva nel Nord Est. Il capannone di 850 metri quadrati di Carmignano è destinato a ospitare merce che sarà disponibile in tempi rapidissimi per un'immediata sostituzione dei pezzi e per una costante manutenzione dei veicoli. Menci rafforza così ulteriormente la sua presenza in Veneto, dopo che nel 2013 aveva acquisito l'intera area produttiva della Zorzi di Treviso.

«La sede principale a Montecchio – precisa Andrea Menci, responsabile vendite, export e comunicazione – si dedicherà a ricerca e sviluppo, produzione e assistenza post-vendita, mentre la filiale distaccata a Carmignano si porrà in uno snodo nevralgico del traffico del Nord Italia per rispondere a tutte le esigenze di componentistica e ricambi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home