FINANZA E MERCATO

Grimaldi Lines ricerca 500 marittimi italiani per il ro-ro

6 ottobre 2017

La compagnia marittima partenopea ha avviato il processo per l’assunzione di 500 marittimi italiani da impiegare su nuove navi adibite al traffico ro-ro in costruzione. Nelle scorse settimane, il gruppo ha varato la nave Grande Baltimora, prima di un ordine di 10 PCTC (Pure Car & Truck Carrier) per il trasporto di auto e camion, che entreranno in acqua entro il 2019 per i collegamenti dal Mediterraneo al Nord America. In fase di definizione vi è anche un altro ordine di sei meganavi ro/ro della generazione Hybrid (G5GG) e un’opzione per altre quattro, che serviranno le autostrade del Mare nel Mediterraneo.

Infine, il gruppo impiegherà entro fine ottobre il traghetto ro/pax Finneagle (Euroferry Corfu) sulle rotte del  cabotaggio nel Mediterraneo Occidentale e rientreranno in flotta a gennaio 2018 i traghetti ro/pax Amsicora e Bonaria.

La compagnia, in una nota, rende noti i profili professionali richiesti e che riguardano le sezioni di coperta (comandante, 1° ufficiale, allievo ufficiale, ufficiale di navigazione, nostromo, marinaio, carpentieri, mozzo), macchina (direttore, 1° macchina, ufficiali, allievo ufficiale, operaio motorista, operaio meccanico, ottonaio, giovanotto macchina, elettricista) e hotel (commissario di bordo, cuoco, cuoco equipaggio, piccolo e garzone cucina, piccolo e garzone di camera, cameriere, 1° cameriere). I marittimi italiani sono imbarcati sia sulle navi che percorrono rotte in cabotaggio nazionale, che su rotte nord-europee e atlantiche.

Oggi il Gruppo Grimaldi impiega 13.500 persone (78% personale europeo e 22% extra-europeo) di cui 4.100 a terra e 9.400 a bordo. Per quanto riguarda il personale marittimo, il Gruppo Grimaldi impiega sulle sue oltre 120 navi con varie bandiere europee (italiana, finlandese, svedese, inglese, greca e maltese) 4.600 italiani, 2.500 europei e 2.300 extra-europei.

Per le candidature, clicca qui

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home