UFFICIO TRAFFICO

Gasolio di contrabbando, la Finanza sequestra 4.500 litri e arresta l’autista della cisterna

24 novembre 2017

Quell’autocisterna che si era introdotta nel garage di una villa di campagna a Rossano, in provincia di Cosenza, e stava effettuando operazioni di scarico del carburante in un grosso serbatoio era piuttosto sospetta. O almeno così era parsa alla Guardia di finanza locale, allarmata dallo strano percorso dell’autocarro. Fatto sta che i finanzieri hanno deciso di ispezionare sul posto il mezzo e controllare i documenti attestanti la regolarità della movimentazione e consegna del carburante presso l'abitazione, richiedendoli all'autista del veicolo ed al proprietario del serbatoio. Ma nessuno dei due possedeva la documentazione obbligatoria di accompagnamento. Un’ispezione più accurata trovava poi alcuni documenti di trasporto, ma relativi alla spedizione di soli 1.000 litri di carburante agricolo e comunque falsificata, visto che il soggetto a cui il gasolio avrebbe dovuto essere recapitato secondo il documento non era a conoscenza della consegna di carburante

Inevitabile dunque l'arresto del conducente e la denuncia a piede libero del titolare della cisterna in cui il veicolo stava scaricando carburante. La Finanza, in coordinamento con la Procura di Castrovillari, ha provveduto a sequestrare 4.500 litri di gasolio (2.500 litri nell’autocisterna e 2.000 nel serbatoio della villa), evidentemente di contrabbando perché privi di documentazione di tracciabilità e indebitamente impiegati come carburante per autotrazione. I due truffatori rischiano adesso la reclusione sino a 3 anni e una multa da 2 a 10 volte il valore dell'imposta evasa, non inferiore comunque al minimo previsto di circa 7.750 euro.

Va inoltre ricordato che il gasolio agevolato per l’agricoltura gode, rispetto a quello per autotrazione, di una riduzione dell’accisa e dell’Iva pari al 10% anziché al 22%. È quindi possibile ottenere elevati margini di risparmio d’accisa qualora il gasolio per uso agricolo sia illegittimamente utilizzato per l’autotrazione di veicoli senza agevolazioni, perché il gasolio per autotrazione ha un prezzo finale di vendita superiore al gasolio per uso agricolo pari mediamente a 0,50 € in più al litro.

Insomma la solita truffa da “furbetti del quartierino” fortunatamente sventata dalle forze dell’ordine.

( Foto di archivio) 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home