ACQUISTI

Fiera Samoter - RENAULT TRUCKS

3 maggio 2011

Ce n’è per tutti i gusti sullo stand di Renault Trucks. Si comincia con il piccolo Master, che adesso con la versione con trazione posteriore, si adatta meglio ad allestimenti ribaltabili e a lavori edili o di supporto al cantiere. A Verona arriva in versione 125.35 autotelaio cabinato da 125 cv a 3500 g/m e coppia massima da 310 Nm da 1250 a 2000 giri/min, che dialoga con un cambio meccanico a 6 marce. Di serie monta ruote gemellate da 16” – altro dettaglio di tutto carattere – con pneumatici 195/75 che fanno salire il peso massimo sul rimorchio di questo versione fino a 3.000 kg. Il telaio monoscocca è di tipo scatolato, lo sbalzo posteriore lungo, fatto apposto per lasciare posto ai carrozzieri. Le sospensioni anteriori sono a molle elicoidali con ammortizzatori idraulici e telescopici, quelli posteriori, adeguatamente irrobustite, sono in acciaio trilama, biscottini rovesciati e barra antirollio da 22 mm.

All’apice opposto si incontra il potente Kerax, proposto qui nella versione più muscolosa, da 520 cv (il test di questo veicolo sarà presto sulla nostra rivista) tutti concentrari in un range da 1431 a 1900 g/m, forte soprattutto di una coppia poderosa di 2601 Nm sprigionata Nm da 1050 a 1431 g/m. Al cambio c’è uno ZF a 16 sincronizzate e 2 con Servoshift, così come ZF è il rallentatore idraulico da 600 kW con coppia frenante da 3500Nm che si governa con un comando al volante su 5 posizioni.

La vedette della fiera però ha un nome preciso: il Premium Lander Optitrack 460 mostrato per la prima volta a un pubblico italiano. E non stupisce: il cuore meccanico di questo veicolo poggia su un innovativo sistema di trazione idrostatica che trasforma il veicolo a trazione integrale, ma soltanto per il periodo in cui se ne ha veramente bisogno, così da non gravarsi dei sovraccosti determinati da questa tipologia di trazione. Anteprima troppo ghiotta per liquidarla in due righe. Ecco perché l’abbiamo sottoposto a un test, di cui vi riferiamo nelle pagine seguenti.

In mezzo però c’è un po’ di tutto e soprattutto una gamma di veicoli in grado di andare incontro a esigenze veramente distanti. Il Premium Lander, per esempio, sempre con una motorizzazione da 460 cv, viene proposto anche nel recente profilo 8x2*6, consente di aumentare il carico utile di 500 kg, è più maneggevole grazie a un raggio di sterzata più ampio del 12,5% e offre risparmi di carburante importanti rispetto alla versione 8x4. Nei lavori urbani o rurali e comunque quando è richiesta maneggevolezza è la soluzione ottimale.

Per il trasporto di materiali da costruzione, per missioni di supporto al cantiere, per lavori in edilizia sono invece raccomandati il Midlum, a Verona in versione 220.10, e il Maxity mostrato nella configurazione 130.35/6, ideale per il montaggio di piattaforme aeree o, nella versione doppia cabina, per trasportare le squadre di operai.

Infine una curiosità: nello stand della losanga cercate il Renault Sherpa che ha coperto sia per la spedizione “Cape to Cape” sia il rally Dakar 2011. È coperto di polvere, ma anche di tanta voglia di avventura.

Nell’area demo «E» sarà allestita un’area prove in cui sarà possibile provare i veicoli nelle reali condizioni operative.

 VEICOLI IN MOSTRA

- Kerax 520 8X4

- Premium Lander 460 Trattore - Optitrack

- Premium Lander 460 8x2

- Midlum 220.10

- Maxity 130.35/6

- Master 125.35 Autotelaio Cabinato

- Renault Sherpa

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home