ACQUISTI

LNG, Scania e Gruppo Bianco inaugurano la prima stazione del Sud

13 febbraio 2018

L’impianto, realizzato a Mesagne, in provincia di Brindisi, rappresenta una tappa importante nell’opera di estensione della rete di distribuzione del metano liquido

È stata inaugurata oggi a Mesagne, in provincia di Brindisi, la prima stazione di rifornimento LNG (metano liquido) del Sud Italia. L’impianto è frutto della collaborazione tra il Gruppo Bianco Petroli, storica azienda del comparto petrolifero, e Scania e rappresenta un importante passo avanti nell’estensione della rete di stazioni di rifornimento LNG sul territorio nazionale.

La nuova struttura, in grado di erogare sia metano liquido che in forma gassosa, si trova fisicamente nella stazione di servizio di via Torre Santa Susanna.

“Credo fortemente che sia necessario accelerare il percorso verso un sistema di trasporto sostenibile: solo incrementando la rete di distribuzione riusciremo a far sì che questo avvenga - ha detto Gianluca Bianco, AD del Gruppo – Questo impianto ha una collocazione strategica per le rotte dei trasporti nazionali ed internazionali su gomma e per i veicoli in collegamento con la Grecia”.

“Lo sviluppo della rete infrastrutturale è di fondamentale importanza per agevolare la diffusione di soluzioni di trasporto rispettose dell’ambiente”, ha sottolineato invece Franco Fenoglio, presidente e AD di Italscania.

Durante la cerimonia di inaugurazione è stato presentato alle aziende di trasporto locali il nuovo veicolo LNG di Scania, con il motore a metano da 13 litri ed una coppia di 2000 Nm e 410 CV. Si tratta di un veicolo pensato per le missioni a lunga distanza, grazie ad un’autonomia fino a 1.100 km e a prestazioni paragonabili ad un motore a diesel di pari potenza. L’Opticruise di quinta generazione offre cambi marcia rapidi e fluidi, garantendo eccellenti livelli di guidabilità, erogazione di coppia e comfort. Le emissioni di CO2 sono ridotte del 15% con l’utilizzo di metano di origine fossile, mentre con il biometano la riduzione può arrivare fino al 90%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home