LEGGI E POLITICA

Giachino (FI): «Ridare dignitą al lavoro, per affrontare la mancanza di autisti»

22 febbraio 2018

Restituire ai trasporti e alle infrastrutture la centralità che meritano quali architravi dell’economia nazionale. È stato questo il primo impegno su cui hanno trovato sintonia il responsabile nazionale Trasporti di Forza Italia, Bartolomeo Giachino, e l’onorevole Nunzia De Girolamo, candidata in Emilia Romagna per lo stesso partito, incontrando l’intero comitato esecutivo di Federtrasporti, presieduto da Claudio Villa.

Conseguente a questo impegno è stato considerato quello di adottare una politica industriale dell’autotrasporto, in grado di favorire la crescita dimensionale e competitiva delle imprese del settore. Particolare enfasi, poi, è stata data alla necessità di ridare dignità al lavoro di autotrasportatore, senza il quale – ha sottolineato Giachino – «diventa difficile fornire una soluzione alla mancanza di autisti e alla ritrosia di tanti a entrare in questo settore».

Sempre in chiave competitiva è stato giudicato essenziale affrontare in sede europea le problematiche legate al dumping sociale, ribadendo quella posizione che condiziona ogni ulteriore liberalizzazione nel settore – prima tra tutte quella del cabotaggio – al riallineamento dei diversi paesi europei, sia in termini di costi sia soprattutto di rispetto delle regole. Sempre dagli squilibri in termini di costi si è fatto discendere il giudizio estremamente negativo contro ogni ipotesi di tagliare il rimborso delle accise alle aziende del settore, «misura – ha sottolineato Villa – da scongiurare in ogni modo».

Infine, Giachino ha fatto proprie due azioni, peraltro coerenti rispetto al suo precedente impegno di sottosegretario ai Trasporti: il rifinanziamento del Fondo di garanzia per le PMI dell’autotrasporto e la ricostituzione della Consulta generale per il Trasporto e la Logistica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home