LOGISTICA

Alibaba scommette sulla terziarizzazione del trasporto: accordo globale con quattro corrieri

13 marzo 2018

Ad Alibaba piace il trasporto conto terzi. Il più attrezzato concorrente di Amazon, infatti, deciso ad allargare sempre più verso l’Europa il suo raggio d’azione, ha prima effettuato consistenti investimenti in logistica e poi ha siglato una serie di accordi con quattro colossi delle spedizioni di livello mondiale: Atlantic Forwarding, Geodis, Panalpina Group e DB Schenker. Scopo dichiarato dell’iniziativa è quello di riuscire a fornire preventivi di trasporto on line e poi concludere direttamente un contratto di trasporto digitale per distribuire tutti i prodotti venduti sul marketplace del colosso cinese. Questo accordo risulterà poi vincolante per i 450 mila produttori che utilizzano la piattaforma Alibaba per le vendite e dislocati in circa venti paesi. In cambio, una commissione sarà incassata dalla stessa società di e-commerce.

In pratica chi domanda trasporto si troverà davanti a quattro step. Nel primo importatori ed esportatori inviano tramite il sito una richiesta di preventivo spiegandone le relative esigenze; quindi le quattro società di spedizione prendono in carica la richiesta e, entro 24 ore, effettuano una quotazione. A quel punto chi ha messo in moto la procedura valuta i preventivi e ne sceglie uno usando direttamente il contratto digitale. A quel punto lo spedizioniere contatterà il committente per gli ultimi dettagli necessari e chidere  l’accordo.

Gli osservatori hanno subito sottolineato come ormai la sfida globale tra Alibaba e Amazon si sta giocando tutta sul terreno della logistica. Anche perché le differenze strategiche in tal senso sono clamorose: se infatti, come spiegato, Alibaba spinge sul pedale della terziarizzazione cercando di individuare la modalità di soddisfare i clienti e i produttori che sfruttano la vetrina on line e avere un tornaconto finanziario dall’affidamento all’esterno della distribuzione dei prodotti, Amazon batte invece la strada dell’internalizzazione, mirando a gestire in prima persona i propri trasporti e valutando che proprio dall’ottimizzazione di questo momento potranno derivare i margini operativi necessari all'attività.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home