UFFICIO TRAFFICO

Salerno: 15 autisti attendono 15 giorni per avere i patentini ADR. Nell'attesa uno di loro perde un lavoro

16 marzo 2018

Quanti giorni ci vogliono per farsi consegnare un patentino ADR dopo aver conseguito l’esame? La risposta varia: in qualche motorizzazione la consegna è praticamente contestuale, in altre richiede qualche giorno, in altre ancora una settimana. In Slovena, dove tutto si consuma in un week end, costa qualcosina meno, ma ti spediscono il patentino in pochi giorni.
E alla Motorizzazione di Salerno? Non è dato sapere. Ci hanno contattato quindici autisti della provincia che hanno sostenuto l'esame il 1° marzo, dopo essersi preparati tramite la locale FAI, e lo hanno anche superato. Hanno speso per la pratica 640 euro (ADR base) eppure all'alba del 16 marzo, trascorsi cioè 15 giorni dall'esame, dalla Motorizzazione tutto tace, almeno fino a stamattina.

Gli autisti un po’ spazientiti si erano rivolti alla FAI per tentare di velocizzare la pratica. E in effetti qualche rappresentante dell’associazione si era attivato per fare in modo che i documenti si trasferissero da un ufficio ad un altro. «Intanto però – si lamenta Damiano – io ho perso un’occasione di lavoro. Ero già in contatto con un’azienda che dalla fine di febbraio cercava un conducente munito di patentino ADR e mi ha detto che mi avrebbe aspettato per una settimana ma non oltre, perché non si poteva permettere di tenere fermo un veicolo per troppo tempo».
Damiano ha rassicurato l’azienda, gli ha detto che per il 7-8 marzo avrebbe avuto il patentino rinnovato, ma le cose sono andate diversamente. «Alla fine ho dovuto chiamare e dire che purtroppo il patentino non era ancora arrivato e a quel punto mi hanno detto che avrebbero preso un altro. E lo capisco. Quello che non capisco è perché serve tutto questo tempo per il rilascio di un documento, quando altrove ci impiegano molto molto meno».

Dalla FAI, poi, soltanto nel primo pomerggio di oggi, hanno contattato gli autisti per dare la buona novella: i documenti dovrebbero essere pronti e quindi già in giornata potrebbero essere consegnati. A quel punto ricontattiamo Damiano: «La sensazione di essere stato preso in giro, ormai, non scompare. La prossima volta farò come fanno in tanti: vado in Slovenia e così con un fine settimana ho il patentino in tasca. Ho sempre pensato che chi ricorre a questi stratagemmi sbagliasse. Ma adesso mi devo ricredere».

 

Foto di archivio

 

NELLA TABELLA ALLEGATA TROVATE UN CONFRONTO TRA ITALIA, SLOVENIA E SVIZZERA RISPETTO AI PATENTINI ADR

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home