UFFICIO TRAFFICO

Una sola nave sullo Stretto di Messina: traghettamenti dei treni merci a rischio collasso

1 marzo 2012
Una sola nave delle Ferrovie sullo Stretto. Dalla sera di ieri e fino a nuovo avviso si ferma la nave Iginia. Sullo stretto di Messina resterà attiva, dunque, solo la nave Scilla perché la nave Villa è ferma, a sua volta, per manutenzione. Di conseguenza, stando a quanto denuncia la Fit Cisl, «non saranno garantiti i traghettamenti dei treni merci da e per la Sicilia e si rischia la soppressione anche di treni viaggiatori per Roma. Se tale situazione si prolungasse rischieremmo il collasso del trasporto con una soppressione di circa 12 treni merci al giorno e danni incalcolabili sull'indotto». Un provvedimento che il sindacato ritiene inaccettabile in quanto compromette anche la continuità territoriale e rischia di dare l'ennesimo colpo mortale al trasporto ferroviario nell'isola, in particolare il settore Cargo che da tempo lamenta i continui disservizi e carenze della flotta Rfi sullo stretto che hanno portato a una drastica contrazione di produzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home