FINANZA E MERCATO

Galoppa il mercato rimorchi: +18,3% nel 1° bimestre, +26% a febbraio. Bene anche gli autocarri (+7,4%)

20 marzo 2018

Mercato italiano vivace e in crescita quello dei rimorchi e semirimorchi di inizio 2018, con trend in crescita in doppia cifra.  Secondo una stima del Centro Studi e Statistiche di Unrae (Associazione delle case automobilistiche estere), sulla base dei dati forniti dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, le immatricolazioni di trailer e semitrailer con massa totale a terra superiore alle 3,5 ton sono aumentate nel primo bimestre dell’anno del 18,3% rispetto allo stesso periodo del 2017 (2.720 unità contro 2.299).

La crescita è confermata anche da Anfia (Associazione nazionale filiera industria automobilistica), che comunica come a febbraio 2018 siano stati rilasciati 1.488 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti (+26%), suddivisi in 98 rimorchi (+11,4%) e 1.390 semirimorchi (+27,2%). Nei primi due mesi del 2018 i libretti di circolazione sono stati 2.937 (+20,7%) rispetto a gennaio-febbraio 2017, con 235 rimorchi (+9,3%) e 2.702 semirimorchi (+21,8%).

Ricordiamo che la differenza nei dati del bimestre è dovuta al diverso metodo di rilevazione, con l’Unrae che li elabora secondo la data di immatricolazione del veicolo, mentre l’Anfia conta i libretti successivamente rilasciati dal ministero.

Per quanto riguarda invece gli autocarri, a febbraio 2018 sono stati consegnati 2.037 libretti di circolazione (+7,4% rispetto a febbraio 2017), mentre nel 1° bimestre si contano 4.626 libretti, il 12,7% in più dell’analogo periodo dello scorso anno.

Per Anfia gli autocarri hanno riportato una crescita più contenuta rispetto a quella di gennaio (+17,7%), con il comparto dei camion medi in flessione a due cifre come già il mese precedente. Per rimorchi e semirimorchi, che avevano chiuso gennaio a +16,3%, invece, il trend è in crescita

«L`andamento del mercato – commenta Sandro Mantella, coordinatore del Gruppo Rimorchi, Semirimorchi e Allestimenti di Unrae – conferma le nostre aspettative e crediamo possa proseguire anche nei prossimi mesi, anche se accompagnate dalla preoccupazione sulla disponibilità degli stanziamenti per il 2018». Una preoccupazione condivisa anche da Anfia che sottolinea come sia importante «incoraggiare la diffusione dei veicoli a carburanti alternativi e, più in generale, accelerare il rinnovo del parco circolante per un sistema dei trasporti e della logistica efficiente e sicuro. Per cui si auspica che anche il Fondo investimenti autotrasporto possa, nel 2018, confermare l’importante stanziamento di risorse dello scorso anno, pari a circa di 35 milioni di euro e in scadenza il prossimo 15 aprile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home