UFFICIO TRAFFICO

Rubano due camion e si infilano in A14: arrestato l'autista del primo, ma quello del secondo fugge nei campi

11 aprile 2018

Un autotrasportatore foggiano di 65 anni è stato arrestato insieme ad alcuni complici questa notte lungo la A14 per concorso in furto aggravato. Le ragioni dell’arresto sono presto dette: intorno alle 2 una guardia giurata ha visto e poi segnalato ai carabinieri due camion procedere a forte velocità seguiti da una vettura con i fari spenti, mentre stavano per accedere in autostrada a Senigallia. I carabinieri così sono corsi sulla A14 in direzione Sud, hanno superato il casello di Ancona Nord e subito dopo hanno raggiunto e costretto a fermarsi uno dei due camion sospetti. Inizialmente, dalla cabina del camion non hanno manifestato l’intenzione di collaborare, ma poi quando la pattuglia ha accesso le sirene scortando in pratica il camion, hanno capito che non c’era molto da fare. Così a camion fermo hanno verificato la manomissione del blocco di accensione e costretto il 65enne foggiano a confessare: il veicolo era stato appena trafugato da un deposito nella zona Cesanella di Senigallia e di proprietà di un’azienda di Urbania, insieme a un altro camion di cui però non c’era traccia. Ma una volta diramata l’allerta ai colleghi della polizia anche il secondo camion è stato rintracciato, a meno di un paio di centinaia di chilometri più a sud, nei pressi di Termoli, dalla polizia stradale di Vasto. Il camion, in questo caso, inseguito dalla volante, si è infilato in un’area di servizio a Torre Fantine, è riuscito ad abbattere la recinzione con lo stesso veicolo e a quel punto l’uomo che lo conduceva è sceso e a piedi si è dato alla fuga in mezzo ai campi, facendo perdere le sue tracce. La polizia lo sta cercando insieme ad altri complici della banda che hanno aiutato il 65enne foggiano e il fuggitivo a rubare i veicoli (sicuramente l’uomo che era alla guida dell’auto con i fari spenti).

Stamattina il Tribunale di Ancora ha convalidato l’arresto dell’uomo fermato nella notte, mentre i veicoli (privi di carico) sono stati restituiti alla ditta proprietaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home