FINANZA E MERCATO

Lavora in Italia e paga le tasse in Slovacchia: scoperta evasione di 23,5 mln di euro

9 marzo 2012
La società è italiana, di Verona per la precisione. E qui svolge normalmente la sua attività. Eppure, la sua residenza fiscale è stata trasferita altrove, in Slovacchia per la precisione, allettata da una tassazione inferiore di almeno 10 punti percentuale.
In pratica, i suoi servizi di autotrasporto erano rimasti esattamente gli stessi, in quanto continuava a operare all’interno delle sedi di soci dell’impresa. Ma alla fine dell’anno invece che versare le imposte all’erario italiano le pagava alle autorità di Bratislava. Un bel giorno la Guardia di Finanza ha scoperto la cosa e ha appurato un’evasione di 23,5 milioni di euro. E adesso la società veneta di autotrasporto dovrà ovviamente risponderne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home