FINANZA E MERCATO

Lo stato di salute dei porti italiani: ecco tutti i numeri del 2017

29 giugno 2018

Mezzo miliardo di tonnellate: è questo l’ammontare complessivo del traffico merci transitato dai porti italiani nel corso del 2017, circa l’1,8% in più rispetto a quanto avvenne nel 2016. Dietro questo traffico complessivo, poi, in realtà ci sono sostanzialmente tre segmenti: le rinfuse liquide che pesano per il 37%i container per un 23%e il Ro-Ro per un 21%. Sono i dati conclusivi che compaiono in Port Indicators, una ricerca diffusa da Assoporti ed elaborata insieme a SRM. 

Sempre complessivamente le prime tre autorità di sistema portuale per tonnellate di merce movimentata sono il Mar Ligure Occidentale (68,1 milioni), il Mare Adriatico Orientale (66,6 milioni) e il Mar Tirreno Meridionale (59,1 milioni). I primi tre porti invece per merce movimentata nel 2017 sono Trieste (quasi 62 milioni di ton), Genova (54,2 milioni) e Cagliari (37,9 milioni).

Un po’ diversa è la situazione per ciò che riguarda il traffico container. I teu complessivi sono stati 10,7 milioni, appena lo 0,7% in più rispetto al 2016. Il sistema portuale leader, grazie a un balzo del 13% rispetto al 2016 che lo ha portato a quota 2,6 milioni di TEU, è stato quello di Genova e Savona, seguito da un sempre più ristretto Gioia Tauro scivolato a 2,5 milioni di TEU con un -12% e poi da La Spezia e Marina di Carrara che arrivano a 1,5 milioni di TEU producendo però una crescita del 15,8%. A seguire c’è un gruppo di sistemi portuali che non arrivano al milione, ma dimostrano almeno in un paio di casi particolare vivacità. Il sistema del Mar Tirreno Centrale (Napoli,Salerno e Castellammare di Stabia) sfiora in effetti il milione (964 mila TEU) ma cresce del 10%, mentre Trieste con 617 mila TEU si produce in una performance eccellente con un +26%Livorno e Piombino in termini assoluti fanno meglio (734 mila), ma frenano dell’ 8,35%. Venezia, infine, con 611 mila TEU, cresce di uno 0,9%.

Dietro tutti gli altri. E precisamente: 

- Mare di Sardegna 463 mila (- 35%)

- Mare Adriatico Centro settentrionale 223 mila (-4,8%)

- Mare Adriatico centrale: 168 mila (9,3%)

- Mar Tirreno Centro settentrionale 94 mila (27%)

- Mare Adriatico Meridionale 69 mila (-5%)

- Mar di Sicilia Orientale 50 mila (+1,9%)

- Mar di Sicilia Occidentale 12 mila (+9,5%)

- Mar Ionio / (-100%)

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home