UFFICIO TRAFFICO

Rubavano camion, merci e gasolio: in manette 11 autotrasportatori

6 luglio 2018

Una vera e propria “banda dei tir” che rubava motrici e rimorchi, utilizzandole poi per trasportare polimeri a loro volta sottratti ad aziende brianzole. È la gang sgominata dai carabinieri di Vimercate (Brianza), in totale 11 persone arrestate per associazione a delinquere finalizzata al furto aggravato e al riciclaggio. I polimeri e il polietilene rubati venivano rivenduti su canali irregolari, con partite che si aggiravano ogni volta sui 50 mila euro. I delinquenti - prevalentemente di origine campana, ma anche lombardi – avevano messo in piedi un giro d’affari di oltre 1 milione di euro e rubato anche 600 litri di gasolio, provocando grossi danni alle aziende vittime, la maggior parte delle quali con sede a Como, Lecco, Lodi, Piacenza, Bergamo, Brescia e Cremona. 

I colpevoli sono per la maggior parte autotrasportatori di 50-60 anni che, oltre all’attività regolare, si dedicavano anche come trasfertisti a traffici illeciti. A capo dell’organizzazione un 64enne beneventano, pluripregiudicato, che aveva reclutato un 24enne incensurato come esca per evitare i controlli e che era l’esecutore materiale dei furti, prevalentemente di notte. 

Due degli arrestati erano già in carcere a seguito di un’analoga indagine – coordinata come questa dalla procura di Monza – per cui erano state emesse nove ordinanze a maggio. Gli altri 9 sono stati localizzati grazie al tracciamento GPS, nonostante il tentativo di oscurarne l’uso con disturbatori di frequenza. Fra gli arrestati c’è anche il titolare di una ditta di trasporti che forniva per le operazioni della banda i suoi mezzi, a cui poi veniva sostituita irregolarmente la targa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home