FINANZA E MERCATO

La lobby dei porti nordeuropei per i collegamenti TEN-T

13 marzo 2012
I porti di Amburgo, Anversa e Rotterdam hanno espresso congiuntamente il loro sostegno alla politica Ue che mira allo sviluppo del network intermodale europeo, in particolare dei corridoi ferroviari e fluviale che convergono sui tre porti. In un incontro con i parlamentari europei, avvenuto la scorsa settimana, gli amministratori delegati delle autorità portuali hanno evidenziato la necessità che i fondi che la CE renderà disponibili non dovranno essere distribuiti “politicamente” tra i 27 Stati membri, ma investiti in quelle aree dove sono concentrati i maggiori volumi di merci, ovvero nei corridoi che collegano i porti con l'hinterland.
I 21,7 miliardi di euro in budget dovrebbero essere quindi esplicitamente utilizzati per progetti che fanno parte del “core network” delle reti transeuropee TEN-T, che hanno una comprovata creazione di valore aggiunto per la comunità europea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home