ACQUISTI

IAA 2018, Scania presenta un veicolo ibrido plug-in e il nuovo servizio Scania Zone

18 settembre 2018

Le nuove soluzioni di trasporto della casa svedese hanno tutte come obiettivo la riduzione delle emissioni di carbonio. Ad Hannover esibiti allo stand sette diversi autocarri ed ulteriori tre mezzi nell’area esterna

I veicoli a emissioni zero o a basse emissioni saranno i protagonisti delle novità che Scania presenterà all’imminente IAA di Hannover, in programma dal 20 al 27 settembre. Verrà esposta tutta la gamma di veicoli di nuova generazione della casa svedese, in particolare i mezzi per il trasporto lungo raggio, per il settore delle costruzioni e per il trasporto in ambito urbano, tutti alimentati a carburanti alternativi. «Questo – ha sottolineato Alexander Vlaskamp, vicepresidente senior di Scania Trucks - per rispondere agli obiettivi in termini di riduzione delle emissioni di carbonio, stabiliti con l’accordo di Parigi».

Tra i prodotti più interessanti esposti spicca un nuovo veicolo ibrido plug-in (PHEV) per la distribuzione, pronto per il 2019 e che verrà anticipato da una versione HEV (veicolo ibrido elettrico). Il nuovo mezzo, ideato per applicazioni in ambito urbano, nella distribuzione e nell’industria delle costruzioni e in generale per operazioni notturne su strade non trafficate, può percorrere 10 km in modalità elettrica e quindi a zero emissioni. Il motore è il diesel Scania da 9 litri, 5 cilindri in linea che può anche funzionare a HVO (olio vegetale idrotrattato); il propulsore lavora in parallelo a un motore elettrico in grado di erogare una potenza di 130 kW (177 CV) e una coppia di 1.050 Nm. Il risparmio di carburante atteso è fino al 15%, mentre le emissioni di CO2 si abbassano fino al 92%. La batteria ricaricabile agli ioni di litio è dimensionata per una potenza di 7,4 kWh per assicurarne la massima durata. I veicoli possono funzionare anche in modalità completamente elettrica, senza alcun supporto da parte del motore a combustione, grazie ai sistemi servoassistiti per lo sterzo e l’aria dei freni.

Il veicolo ibrido elettrico plug-in e il suo omologo HEV potranno essere equipaggiati anche con Scania Zone, che è l’altra novità principale presentata. Si tratta di un servizio di localizzazione per la regolazione automatica del veicolo che facilita l’osservanza dei regolamenti in materia di emissioni e velocità in determinate aree. Servizio opzionale da aggiungere al pacchetto Scania Fleet Management, Scania Zone consente a ogni cliente di impostare delle regole (ad esempio “velocità max 15 km/h”) da applicare in un’area predefinita. In questo modo il veicolo, quando entra in quella zona, osserva automaticamente la regola impostata che può essere di tipo informativo (l’autista riceve solamente un suggerimento), oppure obbligatoria (il comportamento del veicolo viene adattato automaticamente, sempre con possibilità per l’autista di bypassare la regola). Le zone possono essere costituite da aree geografiche estese o - ad esempio - da singoli tratti autostradali ed è possibile definire più zone, anche parzialmente sovrapposte tra loro, all’interno di una determinata area, anche per un periodo di tempo limitato (come ad esempio la notte). Quando esce dalle aree individuate, il veicolo ritorna a funzionare normalmente. Le regole inizialmente impostabili sono: limite di velocità, basse emissioni (zero nel caso di un veicolo ibrido), bassa rumorosità (guida in modalità elettrica) e generale-allestitore (ad esempio l’accensione dei lampeggiatori in prossimità di una scuola).

Scania sarà presente allo IAA con sette diversi autocarri all’interno e ulteriori tre mezzi nell’area esterna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

VIDEO

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home