UFFICIO TRAFFICO

13 ore di guida consecutive con la scheda di un terzo: multa da 850 euro e patente ritirata

21 settembre 2018

Gli autisti di camion condividono con quelli di autobus il regolamento europeo sui tempi di guida e di riposo. Ma in fondo condividono anche l’individuazione degli stratagemmi con cui aggirare il rispetto di questa normativa. Così almeno si sarebbe indotti a pensare valutando la storia di un autista di un autobus con targa della Repubblica Ceca che, fermato in Veneto sulla Statale 14 lo scorso 19 settembre dalla polizia municipale di San Donà di Piave (Ve), è stato multato per aver guidato ininterrottamente per 13 ore. E come scappatoia usava un escamotage noto anche all’autotrasporto, quello cioè di fare ricorso alla scheda conducente di un terzo. Da qui la sanzione di 850 euro, oltre al ritiro immediata della patente e della carta conducente.

Ah, a proposito. Dopo aver terminato di multare l’autista del bus, gli stessi uomini della polizia municipale hanno fermato due camion e hanno elevato altre due sanzioni. La prima a carico di un autista a bordo di un veicolo inglese che non aveva effettuato la revisione. La seconda a carico di un autista trevigiano che viaggiava su un veicolo pesante che “calzava” pneumatici più lisci di una gomma da Formula 1.

E proprio vero che tutto il mondo è paese!

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home