UFFICIO TRAFFICO

Rapporto Fedespedi, aumenta il traffico pesante sulle Alpi (+8%) e sulle autostrade (+3%)

11 ottobre 2018

Nel primo semestre 2018 il traffico merci su strada è stato in sensibile crescita. Lo afferma il Centro Studi di Fedespedi (Federazione nazionale delle imprese di spedizioni internazionali) nel suo 13° quadrimestrale di informazione economica “Fedespedi - Economic Outlook”, recentemente pubblicato.

Per quanto riguarda in particolare il traffico su strada attraverso i principali valichi alpini, sia svizzeri (Gottardo, Bernardino, Sempione e Gran San Bernardo) che italiani (Brennero, Monte Bianco e Fréjus), tra gennaio e giugno del 2018 si è registrato un aumento dell’8,1% del traffico di mezzi pesanti rispetto allo stesso periodo del 2017. In cifre si tratta di 2,269 milioni di veicoli pesanti rispetto a 2,452 milioni.

L’aumento è stato particolarmente significativo per il Brennero (+12,9%), seguito dal Fréjus (+11%) e dal Monte Bianco (+3,6%). In flessione invece i passaggi attraverso la Svizzera (-2,3%), anche se il traffico merci in tonnellate ha visto un aumento per quello stradale del 2,9% rispetto al 2° semestre del 2017, mentre il traffico su rotaia è in forte ripresa (+15,3%), dopo la flessione 2017 dovuta all’incidente a Rastatt in Germania.

Anche Il traffico di mezzi pesanti sulla rete autostradale italiana (in milioni di veicoli-km) ha registrato, nel primo semestre 2018, una crescita del 2,8% ed è probabile che anche quest’anno vengano superati i 19 milioni di veicoli-km sulle autostrade italiane, a conferma di una certa ripresa dell’economia nazionale.

Buone notizie anche dai porti della Penisola, dove il traffico container è in aumento del 4,2%, al netto però dei porti di Gioia Tauro – in calo del 14,3% – e di Cagliariin calo del 60,1% – a conferma della grave crisi in cui versano i porti di transhipment. Complessivamente i porti tricolori hanno movimentato 4.317 milioni di Teu (-0,8 rispetto allo stesso periodo 2017). Le migliori performance sono quelle di Trieste (+15,4%), Salerno (+5,9%), Livorno (+5,2%), Genova e Napoli (+4,7%).

Sostanzialmente stabile infine il cargo aereo (+0,5%), ben lontano però dalla crescita del 9% del 2017 sul 2016.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home