ACQUISTI

Ruota di scorta, il sistema WheelEasy di Takler premiato ad Hannover

18 ottobre 2018

Unica impresa italiana sul podio allo IAA 2018, l’azienda di Matera ha sviluppato un dispositivo che consente di estrarre e cambiare la gomma bucata con facilità e senza sforzo

Allo IAA 2018 una sola azienda italiana è arrivata sul podio nelle sette categorie previste del premio Trailer Innovation – Body, Chassis, Concept, Components, Safety, Smart Trailer ed Environment – che in ogni edizione premia le idee e i prodotti più innovativi dedicati all’automotive commerciale e industriale, con una giuria europea di 16 esperti del giornalismo di settore.

Parliamo della Takler di Matera, giunta seconda nella categoria ‘Components’, superando altri 10 concorrenti con un prodotto che rappresenta il futuro dell’equipaggiamento per il cambio ruota sui mezzi pesanti. Il dispositivo si chiama WheelEasy ed è dotato di un sistema scorrevole che permette all’utilizzatore di operare in completa autonomia e sicurezza per estrarre la “ruota di scorta” dalla struttura di alloggiamento. Una volta tirata fuori, la ruota viene posizionata perpendicolarmente al piano stradale e condotta per rotolamento alla zona dell’automezzo dove verrà montata. Con questo sistema l’utilizzatore evita di introdursi al di sotto del telaio del veicolo per l’estrazione della ruota di scorta – come avviene in tutti gli altri sistemi portaruota attualmente in uso – rimanendo sempre visibile per garantire la propria sicurezza stradale e quella dei conducenti di altri veicoli.

A sostituzione avvenuta, l’utilizzatore può riporre la ruota danneggiata nell’alloggiamento del telaio dedicato. WheelEasy utilizza alcuni dispositivi innovativi (piastra di supporto, rulli di scorrimento e molle a gas) che rendono la movimentazione della ruota di scorta estremamente comoda e leggera, con il peso interamente assistito dal sistema. Così si riduce di circa il 70% la forza richiesta per le operazioni di sollevamento e di circa il 60% la forza impiegata per l’estrazione dall’alloggiamento. La struttura è realizzata con componenti in acciaio inox e in acciaio con trattamento in cataforesi per un’alta resistenza alla corrosione (il dispositivo ha superato le 500 ore di esposizione in nebbia salina senza riportare alcuna anomalia). Inoltre WheelEasy ha ottenuto la certificazione di resistenza alle vibrazioni dalla Vehicle Certification Agency, per una percorrenza equivalente di circa 1.500.000 km.

Un bell’aiuto, dunque, per una categoria come quella degli autotrasportatori che dal 2008 ad oggi ha visto aumentare del 65% le patologie muscolo-scheletriche e con un incremento tra il 2012 e il 2016 della segnalazione degli infortuni del 41%, ma con 9 infortuni su 10 che avvengono a mezzo fermo.

Inoltre 302 lavoratori su 453 lamentano dolori al tratto lombo-sacrale, al collo, alla nuca, alle spalle dovuti alle operazioni di carico e scarico merci, alla preparazione del piano di carico, all’eventuale aggancio e sgancio del semirimorchio e infine alla manutenzione del veicolo, come nel caso di sostituzione degli pneumatici, dispositivi con un peso di circa 130 kg di media.

La Takler, che produce accessori per rimorchi e semirimorchi, è nata nel 2005 a Matera nella zona industriale Jesce. Nel 2008 ha inaugurato la filiale tedesca per offrire un servizio logistico al Nord Europa e nel 2017 ha aperto una sede anche negli Stati Uniti. Conta su un portafoglio di circa 2000 clienti in tutti e cinque i continenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home